CompuGroup Medical
Synchronizing Healthcare

Scopri tutto sulla visione, la missione e le persone che danno forma a CompuGroup Medical in tutto il mondo.

Investor Relations
Eine Person tippt mit dem Finger auf ein Tablet-PC mit einer Investor-Relations-Präsentation
Carriera
CGM Global
Mehrere CGM-Flaggen

Comunicati stampa

2020
2019
2018
2017
ADERENZA TERAPEUTICA IN CITTA': il ruolo chiave della tecnologia digitale in un innovativo e importante progetto di sinergia tra le farmacie di Cinisello Balsamo, MMG, il Comune, l'Università e CompuGroup Medical (CGM).

Milano, 28 ottobre 2020 - Promosso dall'AMF (Azienda Multiservizi Farmacie) e reso possibile da un'interfaccia software sviluppata da CompuGroup Medical, il progetto intende sperimentare i vantaggi del potenziamento della medicina territoriale nella cura dei pazienti cronici, supportandoli nei percorsi di aderenza terapeutica. Un vero e proprio KIT confezionato dalle farmacie e contenente l’esatta terapia per ciascun giorno della settimana e per ciascuna fascia oraria con tutte le istruzioni del caso. A misura di paziente.

"Il 39,9% degli italiani è colpito da una malattia cronica , ma solo il 50% di questi pazienti assume i farmaci in modo corretto: spesso infatti seguono le indicazioni del medico con discontinuità o abbandonano la cura dopo un breve periodo. Il problema diventa esponenziale negli anziani, toccando percentuali superiori al 70%." - È quanto si legge in una nota del Comitato italiano per l'aderenza alla terapia (Ciat ).

Secondo l’OMS “massimizzare l’efficacia degli interventi finalizzati ad aumentare la compliance può avere un impatto di gran lunga maggiore sulla salute delle popolazioni di qualunque altro progresso terapeutico”.

"È stato stimato che ogni anno la mancata aderenza alla terapia è responsabile, in Europa, di ben 194.500 decessi ed oltre 125 miliardi di euro di costi sanitari diretti e indiretti. Sono numeri sconfortanti sui quali è necessario intervenire soprattutto nei casi di patologie croniche dove una maggiore aderenza terapeutica consentirebbe di ridurre le complicanze, gli accessi al pronto soccorso e le ospedalizzazioni; oltre che portare ad un notevole risparmio dei costi totali. Partendo dai risultati ottenuti in precedenti sperimentazioni, abbiamo deciso di promuovere un piano di ricerca e innovazione territoriale integrando gli strumenti tecnologici disponibili con i servizi erogati dalle nostre farmacie che rappresentano un presidio e un punto di riferimento fondamentale per la città e il territorio." Spiega Sebastiano Di Guardo , direttore generale dell’Azienda Multiservizi Farmacie .

Da queste premesse nasce il progetto "Aderenza Terapeutica in città " promosso da AMF Spa (gruppo di farmacie comunali di Cinisello Balsamo), che vede il coinvolgimento delle 9 farmacie territoriali coadiuvate dai Medici di Medicina Generale (MMG) del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche «L. Sacco» dell’Università degli studi di Milano in qualità di Partner scientifico, del Comune di Cinisello come Partner attuatore e, di CompuGroup Medical in qualità di Partner tecnologico, nella realizzazione dell'innovativo Sistema di Dosaggio Personalizzato (SDP) .

L'SPD è un sistema di riconfezionamento in blister con cui il farmacista, tramite una moderna e avanzata interfaccia digitale sviluppata da CompuGroup Medical , organizza, in kit ordinati, le pastiglie e/o pillole che il paziente deve assumere, allo scopo di indicargli esattamente il giorno e l’ora del regime terapeutico prescritto, fornendogli al contempo tutte le informazioni necessarie per attenersi a tale terapia.

La piattaforma software sviluppata da CompuGroup Medical supporta il farmacista durante la fase di preparazione: "Il wizard integrato nella piattaforma ha il duplice scopo di supportare il farmacista nella fase di preparazione dei blister e tracciare le operazioni al fine di garantire il corretto svolgimento del procedimento preparatorio" spiega Marco Agosto Senior Business Development Manager PCS Italy di CompuGroup Medical .

Il KIT settimanale personalizzato è costituito da una serie di caselle contenenti i farmaci già suddivisi per giorno e ora di assunzione. Il paziente, seguendo le indicazioni riportate sul KIT, apre la casella corrispondente ed assume i farmaci in essa contenuti. Attraverso invece un Pill Dispenser digitale ogni volta che il paziente deve assumere la terapia il dispositivo emette un suono e la casella corrispondente si illumina. Il dispositivo traccia l'effettiva assunzione del farmaco ed è in grado di inviare un messaggio al caregiver (parenti, figli, badante) in caso di mancata assunzione o assunzione non corretta.

La sinergia tra Farmacisti e MMG nella cura del paziente, con il valido ausilio della tecnologia, sottolinea il ruolo centrale della medicina territoriale nel seguire costantemente e non lasciare mai soli i pazienti cronici o fragili, in linea con i percorsi tracciati dalle istituzioni.

 

Altri Link sull'argomento:

Farmaci, arriva il kit su misura

Cinisello Balsamo, in arrivo un kit per non sbagliare a prendere le medicine

 

Scarica il comunicato [0,2 MB, PDF]

 

CompuGroup Medical e NOWEDA intendono digitalizzare completamente il percorso del paziente (patient journey) tramite CLICKDOC e IhreApotheken.de, nell'ambito del "Patto per la Farmacia del Futuro".

Milano, 19 Ottobre 2020 - In Germania i pazienti potranno presto organizzare online la maggior parte di una tipica visita dal medico e dalla farmacia: CLICKDOC consente già di trovare online l'ambulatorio medico giusto, di fissare un appuntamento e di partecipare a un video consulto. In futuro CLICKDOC consentirà, nell'ambito del quadro giuridico, anche di ordinare i farmaci dalle farmacie del territorio.

A tal fine, CompuGroup Medical (CGM), produttore di CLICKDOC e uno dei maggiori fornitori di soluzioni di eHealth a livello mondiale, e NOWEDA, proprietario del portale online IhreApotheken.de - in breve ia.de -, nell'ambito del "Patto per la Farmacia del Futuro", stanno progettando una collaborazione aperta anche ad altri potenziali partner. ia.de fa parte del "Patto per la Farmacia del Futuro", un'iniziativa congiunta di NOWEDA e Hubert Burda Media , Pharma Privat e Apostore .

L'obiettivo è un ecosistema sanitario aperto e connesso, che colleghi la forza dell'offerta sanitaria omnicomprensiva e le opportunità della digitalizzazione, al fine di rendere il "patient journey" più sicuro, semplice e veloce possibile, sia per i pazienti che per i consumatori generici.

Grazie a questa collaborazione, sarà possibile ordinare farmaci e utilizzare le prescrizioni nella farmacia selezionata tramite l'app CLICKDOC. L'ordine può essere ritirato in farmacia entro poche ore. Se la farmacia offre un servizio di corriere, l'ordine può - rapidamente e comodamente - essere consegnato a casa lo stesso giorno. Con circa 7.000 farmacie partecipanti, ia.de è la prima e la più grande piattaforma di preordini per farmacie che copre la Germania in modo completo.

"Attraverso questa cooperazione consentiamo alle farmacie di avere un'ampia presenza digitale, che non solo si traduce in procedure notevolmente semplificate, ma porta anche a un livello completamente nuovo il servizio clienti. Si tratta quindi di un passo significativo in termini di digitalizzazione del percorso del paziente. I pazienti a breve non avranno bisogno di portare moduli cartacei dallo studio in farmacia, né di inserire ripetutamente i loro dati per vari servizi. Stiamo infatti offrendo così al paziente un viaggio digitale comodo e sicuro, sia per il trattamento ambulatoriale sia per la fornitura di farmaci, compreso l'utilizzo delle prescrizioni e la consegna facoltativa da parte del servizio di corriere della farmacia scelta, senza interruzioni dei media", spiega il dottor Ralph Körfgen, amministratore delegato Ambulatory & Pharmacy Information Systems presso CGM.

Il Dr. Michael Kuck, Presidente di NOWEDA , aggiunge: "Stiamo sfruttando congiuntamente le opportunità fornite dalla digitalizzazione dell'assistenza sanitaria. Insieme ai nostri solidi partner, abbiamo intenzione di fornire, con un accordo futuro, un'offerta con e per gli attori dell'assistenza sanitaria, che soddisfi le esigenze degli utenti e dei pazienti, sia sul territorio che online, nel miglior modo possibile e che rafforzi ulteriormente e garantisca la fornitura completa di farmaci, da parte delle farmacie del territorio". La collaborazione amplia la gamma di servizi che le farmacie del territorio offrono, cioè una fornitura di assistenza sanitaria anche tramite il canale aggiuntivo di distribuzione online. Per fare ciò, i processi già realizzati su ia.de verranno integrati in CLICKDOC, lato cliente.

Scarica il comunicato [0,2 MB, PDF]

Nasce PharmUP, la community dei farmacisti italiani

Milano, 15 Settembre 2020 - Dopo un anno impegnativo per i farmacisti italiani, CompuGroup Medical (CGM) lancia un progetto ambizioso: una community online esclusiva a loro dedicata, con l'obiettivo di supportare e promuovere la digitalizzazione dei servizi e riqualificare il ruolo sociale dei farmacisti.

 

Nello scenario attuale, in cui tutti gli esercizi commerciali hanno dovuto ripensare le modalità di interazione con il cliente, appoggiandosi a nuovi mezzi di comunicazione digitale per mantenere viva la propria dimensione sociale e di business, le farmacie si trovano di fronte ad una sfida senza precedenti.

Come costruire un modello di business vincente, in grado di far fronte ai nuovi cambiamenti del mercato e di rispondere alle esigenze della nuova clientela?

CompuGroup Medical (CGM), uno dei leader europei nel settore della sanità elettronica e principale player del mercato dei software gestionali per farmacie, si mette alla prova con un progetto digital di community che si preannuncia importante e ambizioso, con l’obiettivo di fornire una risposta concreta e puntuale alle nuove esigenze del farmacista.

CGM annuncia infatti il lancio di PharmUP (https://www.pharm-up.eu), la prima business community italiana dedicata ai farmacisti e ai professionisti del settore. Si tratta di una piattaforma digitale pensata per accompagnare tutti i farmacisti - siano essi titolari, direttori o collaboratori - nel percorso di crescita verso la farmacia digitale , il nuovo modello di business e di servizio in cui si è trasformata la realtà della farmacia negli ultimi anni.

PharmUp mette a disposizione dei suoi utenti un pool di contenuti formativi e informativi che trattano diverse tematiche legate al settore farmaceutico: update sull’attualità, interviste a colleghi e personalità rilevanti, video e articoli dedicati alla gestione del business e del cliente. In questo ecosistema i prodotti CGM vengono presentati come strumenti abilitanti per i farmacisti , progettati per accompagnarli nel processo di digitalizzazione e innovazione.

La community non è dedicata ai soli clienti CGM, ma vuole essere uno strumento di crescita aperto a tutti, e si pone come obiettivo la creazione di una rete di scambio e di condivisione tra i farmacisti per favorire la comunicazione e la circolazione di “buone pratiche”.

Questi concetti assumono particolare rilevanza nello scenario attuale, in cui tutti gli esercizi commerciali hanno dovuto ripensare le modalità di interazione con il cliente, appoggiandosi a nuovi mezzi di comunicazione digitale per mantenere viva la propria dimensione sociale e di business.

Upgrade your Pharmacy è il nostro motto, il nostro obiettivo e il nostro programma concreto: lavorare insieme attraverso PharmUp per fare un salto in avanti, uno step verso un nuovo livello di qualità del servizio, dell’organizzazione del business e della relazione con il Cliente.” – riferisce Emanuele Mugnani , Senior Vice President Pharmacy Information System Europe & Country Manager Italy.

CGM ha, infatti, da sempre dato grande importanza all’informatizzazione della sanità e implementa soluzioni software e hardware progettate sulla base delle esigenze dei propri clienti. PharmUp è quindi uno strumento in più per rispondere a questi bisogni e fornire le linee guida per la creazione di un modello di business di successo all’interno di un mercato soggetto a importanti trasformazioni.

Presto la community offrirà nuove funzionalità: alla dimensione in-formativa e a quella social se ne affiancheranno altre, in primis un’area “premium ” che offrirà tool gestionali avanzati e contenuti formativi di approfondimento realizzati su misura per le farmacie che sceglieranno di usufruirne.

Ed solo l’inizio: una volta testata in Italia, la community acquisirà un respiro europeo, per approdare rapidamente anche negli altri paesi, come Germania e Spagna , dove CGM possiede significative quote di mercato.

Per realizzare PharmUp, CGM ha scelto come digital partner Logotel , independent design company leader sul mercato italiano nel settore delle business community, che ha accettato la sfida con grande entusiasmo. Forte dell’esperienza maturata con progetti internazionali di successo realizzati in collaborazione con realtà quali PSA, Costa Crociere e Swarovski, Logotel si occuperà di fornire l’infrastruttura tecnologica , ma soprattutto della co-progettazione e della co-creazione dei servizi presenti in community e del palinsesto editoriale , realizzando i contenuti che hanno un focus specifico sulla formazione dei farmacisti per accompagnarli nello scatto di qualità e nelle acquisizione di nuove skill fondamentali per il completamento della loro figura professionale.

Le nostre business community si sono rivelate uno strumento potentissimo per gestire questa fase di Ne(x)t Working, come l’abbiamo chiamata in Logotel. Durante il lock down e oltre hanno garantito la comunicazione e un senso di “vicinanza” tra centro e periferia delle aziende. Siamo stati felicissimi di essere stati scelti da CGM per replicare il nostro modello di servizio e adattarlo a al mondo del farmaco e delle farmacie” – spiega Nicola Favini Direttore Generale di Logotel.

Per accedere al portale PharmUP : www.pharm-up.eu

RICETTAinFARMACIA, il nuovo servizio di CompuGroup Medical (CGM) che permette ai cittadini di inviare le ricette mediche direttamente alla loro Farmacia.

Milano, 20 Aprile 2020 - Un’efficace WebApp, già integrata con WINGESFAR (il più diffuso software gestionale per farmacisti) e con i software CGM per i medici di medicina generale e pediatri, è da oggi disponibile gratuitamente per tutti i cittadini. Si semplifica così il processo di richiesta dei farmaci, che può anche concludersi con la consegna al domicilio del paziente, evitando file, assembramenti e spostamenti.

L'emergenza Coronavirus ha accelerato il processo di dematerializzazione delle ricette, ciascuna regione sta attivando modalità diverse, che spesso richiedono maggiore attività da parte dei Farmacisti e prevedono processi complessi.

CompuGroup Medical , che dall'inizio della crisi ha attivato azioni e soluzioni per supportare le Farmacie in questa fase delicata, ha ora realizzato una WebApp che tutti i Farmacisti possono mettere a disposizione dei propri clienti. RICETTAinFARMACIA è già integrata con WINGESFAR , il software gestionale di CGM più diffuso in Italia e con tutti i software CGM di Cartella Clinica, PROFIM, FPF, VENERE, PHRONESIS, CCBASIC, DFD e INFANTIA, ampiamente utilizzati da Medici di Medicina Generale e Pediatri.

La WebApp è aperta per l'integrazione con tutti gli altri sistemi Gestionali di Farmacia e gli altri software di Cartella Clinica.

La WebApp RICETTAinFARMACIA consente ai farmacisti di velocizzare l'operatività al banco, ricevere un alert quando i pazienti inviano la ricetta non costringendoli a dover leggere l'NRE (Numero Ricetta Elettronica) e/o il Codice Fiscale dagli smartphone dei clienti.

Il cittadino, che ha ricevuto l'NRE della prescrizione elettronica dal medico, attraverso RICETTAinFARMACIA lo comunica direttamente alla farmacia di riferimento, tramite lo smartphone il tablet o il PC; essendo una WebApp (www.ricettainfarmacia.it), è immediatamente fruibile dal cittadino senza richiedere nessun tipo di installazione né di registrazione.

La farmacia riceverà automaticamente sul proprio Sistema Gestionale tutti gli NRE e Codici Fiscali a lei inviati.

Grazie a RICETTAinFARMACIA le Farmacie potranno consegnare più velocemente i farmaci prescritti, ridurre le code al banco e la presenza delle persone in Farmacia, attivare servizi di consegna a domicilio ove presenti, evitare i pericoli di contagio che derivano dal contatto diretto coi telefoni cellulari o altri dispositivi dei clienti.” – afferma Emanuele Mugnani , Senior Vice President Pharmacy Information Systems Europe.

Per l'adesione al servizio i farmacisti dovranno fare riferimento alla propria software house. Per gli utenti del software WINGESFAR , l’adesione può essere effettuata direttamente tramite un pulsante presente all’interno del gestionale stesso.

 

L'applicazione è gratuitamente messa a disposizione di tutti cittadini e fruibile su ricettainfarmacia.it

Ulteriori informazioni sul funzionamento su: compugroupmedical.it/mktg/ricettainfarmacia/

CORONAVIRUS: CompuGroup Medical, a supporto dell’attuale situazione, offre gratuitamente a medici e altri operatori sanitari l'avanzata tecnologia di CLICKDOC Teleconsulto.

Milano, 05 Marzo 2020 CompuGroup Medical (CGM), multinazionale specializzata in soluzioni software per la sanità, si è resa disponibile a fornire a tutti i Medici e più in generale a tutto il Personale Sanitario (farmacisti, dentisti etc.), la sua innovativa soluzione digitale di video-comunicazione denominata CLICKDOC Teleconsulto, contribuendo così a ridurre gli spostamenti che in questa particolare situazione rappresentano una criticità non trascurabile.

In riferimento all’emergenza sanitaria generata dalla rapida diffusione del nuovo virus COVID-19 popolarmente noto come “Coronavirus ”, e per supportare le disposizioni contenute nel decreto legge del 23 febbraio 2020 denominato «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019», CGM si propone di fornire ad uso gratuito – durante i tempi di gestione della crisi – una soluzione che potrebbe dimostrarsi estremamente efficace nel contrasto alla diffusione del Virus, nonché di importante supporto al sistema di assistenza sanitaria di primo livello.

Il software è capace di mettere in contatto tramite Teleconsulto i pazienti con il proprio medico o altro personale sanitario, previa autorizzazione da parte dello stesso, con l’invio di un semplice link e ID via e-mail al paziente. La soluzione, estremamente semplice ed efficace, è già pronta per essere utilizzata subito tramite smartphone, laptop o PC e non necessita di alcun download o installazione.

Il medico pertanto potrà così continuare ad “incontrare“ i suoi pazienti via WEB ed evitare, quando possibile, tutti gli spostamenti che in questa particolare situazione rappresentano una criticità non trascurabile.

"Tale soluzione digitale può contribuire a preservare l'importante relazione medico-paziente (mai come in questo caso minata da evidenti ed oggettivi fattori esterni) e salvaguardare anche la continuità assistenziale rispetto alle patologie croniche ed al loro necessario monitoraggio. La tecnologia può aiutare la Sanità a fronteggiare queste emergenze e noi di CGM, responsabilmente, ci siamo" - afferma Emanuele Mugnani, Country Manager Italia di CGM.

La fornitura di CLICKDOC Teleconsulto è del tutto gratuita e la data di scadenza di fruizione verrà comunicata successivamente e in relazione alla evoluzione dell'emergenza in corso. Sarà cura di CGM, con i suoi molteplici canali, attivare e formare gli Operatori Sanitari all'utilizzo del servizio.

Per maggiori info Clicca qui 

CompuGroup Medical SE acquisisce la società italiana H&S Qualità nel Software SpA.

Milano, 8 Gennaio 2020: CompuGroup Medical SE (CGM), una delle principali società di eHealth in tutto il mondo, ha concluso il 2 gennaio 2020 un'operazione per acquisire il 100% di H&S Qualità nel Software SpA. Con questa acquisizione CGM espande il proprio portafoglio, con potenti e moderne soluzioni di telemedicina e servizi ICT, per i fornitori di assistenza sanitaria e sociale.

CompuGroup Medical ha acquisito il 100% delle azioni di H&S Qualità nel Software SpA, con sede a Piacenza, Italia. Il precedente socio e il team restano attivi nel gruppo CGM, per sviluppare ulteriormente ed espandere le soluzioni e il potenziale dell'azienda.

H&S è specializzata in telemedicina, telemonitoraggio dei pazienti e Ambient Assisted Living (AAL) per anziani, con soluzioni chiavi in mano che supportano professionisti sanitari pubblici e privati nel fornire i migliori servizi medici e di assistenza, ottimizzando processi e costi. La società offre inoltre progetti personalizzati e gestisce i sistemi informativi per i principali erogatori di assistenza domiciliare in Italia.

"I prodotti di H&S costituiranno un prezioso complemento del nostro attuale portafoglio di prodotti per i mercati degli erogatori di assistenza sanitaria e sociale", afferma Hannes Reichl - Membro del consiglio di amministrazione Clinical & Social Care di CGM. "I clienti trarranno notevoli vantaggi dalle ulteriori possibilità offerte dalla telemedicina, dal telemonitoraggio e AAL”, aggiunge Reichl.

Con questa acquisizione, CGM rafforza il suo team nel mercato italiano e apre nuove opportunità strategiche per sincronizzare gli erogatori di servizi sanitari e i fruitori dei servizi di assistenza.

CGM ha acquisito H&S dopo la scissione delle sue attività non legate alla sanità. Nel 2018, il settore sanitario di H&S ha registrato ricavi per circa 2,9 milioni di Euro con un EBITDA di circa 0,8 milioni di Euro.

COVID-19: CompuGroup Medical fornisce il telemonitoraggio per sostenere gli ospedali.

Milano, 31 Marzo 2020 I pazienti COVID-19 che rimangono in quarantena a casa dopo un trattamento ospedaliero possono essere ulteriormente curati monitorando i loro parametri vitali. Per altri pazienti, il ricovero può essere ridotto o anche completamente evitato. Ciò è garantito da un sistema di telemonitoraggio che CompuGroup Medical (CGM) sta attualmente introducendo in Italia tramite la società recentemente acquisita H&S Qualità nel Software SpA.

H&S ha oltre 20 anni di esperienza in questo segmento e già diversi ospedali italiani come utenti. Si prevede successivamente di implementare il sistema in altri Paesi Europei. La “H&S Health Platform ”, parte di un intero sistema di monitoraggio, consente di registrare i parametri vitali in modalità wireless, trasmetterli ai professionisti e avvisarli immediatamente in caso di emergenza. Il software è un dispositivo medico certificato, in uso da molti anni.

L'opportunità di monitoraggio remoto e quindi di evitare il ricovero in ospedale di pazienti infetti ma non in uno stato critico, libera più letti ospedalieri per i pazienti con un decorso particolarmente grave della malattia", dice Hannes Reichl, Board Member Clinical & Social Care di CompuGroup Medical. "Questo è il motivo per cui CGM ha potenziato le soluzioni di telemonitoraggio, all’interno della famiglia di prodotti CGM SMART HOME."

I pazienti utilizzano l’applicazione “H&S Health Platform ” con uno smartphone abilitato a Internet. Un pulsossimetro misura regolarmente il battito cardiaco e la saturazione di ossigeno. Se lo si desidera, è possible aggiungere un monitor per la pressione arteriosa per avere dati clinici aggiuntivi. I dispositivi trasmettono le loro misurazioni allo smartphone tramite Bluetooth e da lì all'ospedale o allo studio medico. I pazienti possono inserire manualmente ulteriori dati tramite l'app. Se necessario, l'app ricorda al paziente di eseguire le misurazioni.

Tramite una piattaforma web, il medico può rilevare i parametri dei suoi pazienti in tempo reale, nonché impostare la frequenza di misurazione, quali parametri monitorare e i valori di soglia. Se i valori misurati sono al di fuori di queste soglie, il sistema invia immediatamente un avviso all’ospedale o al medico curante indicati. CGM ha avviato, inoltre, una soluzione di teleconsulto che consente la comunicazione video tra medico e paziente. Ciò aiuta anche a proteggere la salute del personale medico e di altri pazienti, riducendo il contatto diretto con i pazienti infetti.

"In questa crisi stiamo sperimentando quanto la telemedicina stia diventando un pilastro importante dell'assistenza sanitaria," commenta Frank Gotthardt, Presidente del Consiglio di Amministrazione e CEO di CompuGroup Medical SE. "Il telemonitoraggio aiuta a proteggere gli operatori sanitari, li allevia nel loro importante lavoro e risparmia risorse salvavita, urgentemente necessarie per i pazienti che si trovano in ospedale e in pericolo di morte".

Emanuele Mugnani, Country Manager Italia di CGM dichiara "Abbiamo recentemente consegnato alcune piattaforme di telemonitoraggio alla AUSL in Piacenza, l’ospedale Luigi Sacco di Milano e l’ASL del Sud Tirolo e possiamo affermare che la soluzione ha registrato un grande entusiasmo. Inoltre il sistema è integrato con i software di cartella clinica in uso presso i Medici di Medicina Generale, al fine di gestire la presa in carico".

Giorgio Orsi, Direttore Ingegneria Clinica e Sistema Informativo dell’Ospedale Sacco di Milano , conferma: “la piattaforma e i kit per il telemonitoraggio dei pazienti sono sicuramente un ottimo ausilio, completo e di facile utilizzo ed avvio, che consentirà di ricevere e analizzare informazioni raccolte direttamente dal paziente anche in autonomia e presso il proprio domicilio”.

Ulteriori informazioni su H&S Health Platform sono disponibili cliccando qui o telefonando al +39 0523 603311

OLTRE L’EMERGENZA: Ecco i numeri del boom della medicina digitale. Medici, farmacisti e pazienti pronti a una svolta strutturale nella Sanità.

Milano, 18 Giugno 2020 - Più di 4mila professionisti attivatisi nel teleconsulto, quasi un terzo delle farmacie italiane attrezzatesi con un servizio di ricezione ricetta digitale, esperienze di successo di telemonitoraggio in Asl e ospedali: le cifre di CGM, leader mondiale della Medical Information Technology, sulla risposta digitale in Italia all’emergenza Covid-19. La posizione degli esperti, la disponibilità degli operatori, l’alto interesse dei pazienti. Il pregresso dell’indagine nazionale pre-Covid sulla cronicità, la domanda prioritaria di assistenza a distanza, per un cambio paradigmatico dell’attenzione al paziente.

Poter dialogare sempre col medico e il farmacista, accedere facilmente a un consulto o a un farmaco, monitorare adeguatamente la situazione del paziente a domicilio. La variabile di una comunicazione tempestiva e di un’attenzione personalizzata “subito”; “prima” che sia tardi, non solo è stata al cuore delle migliori pratiche internazionali di risposta al coronavirus, ma è inoltre caposaldo di un cambio paradigmatico agognato da tempo da tutti gli attori del sistema, nell’orizzonte di un’effettiva “sanità territoriale”.

CompuGroup Medical (CGM) divulga ora i numeri di un fenomeno quasi insussistente in Italia prima dell’emergenza. In poche settimane:

  • Oltre 4mila (più di 80mila a livello mondiale) medici, farmacisti, dentisti, psicologi e altri operatori hanno utilizzato una piattaforma di teleconsulto (“Clickdoc”), fornita gratuitamente durante l’emergenza per alimentare la relazione medico-paziente, salvaguardare la continuità assistenziale, con particolare riferimento alla cronicità
  • Oltre 5.300 farmacie hanno già aderito a ricettainfarmacia.it, sistema che, fornito anch’esso gratuitamente, permette al paziente l’invio della ricetta elettronica (NRE) direttamente alla sua farmacia, così da ridurre spostamenti e file e ricevere i medicinali anche a domicilio.
  • Sperimentazione positiva del telemonitoraggio (quali l’AUSL Piacenza, ospedale Luigi Sacco di Milano, ASL del Sud Tirolo), che permette di tenere sotto controllo le condizioni del paziente da casa. “Un ottimo ausilio, completo e di facile utilizzo ed avvio, che consentirà di ricevere e analizzare informazioni raccolte direttamente dal paziente”, commenta Giorgio Orsi, Direttore Ingegneria Clinica e Sistema Informativo dell’Ospedale Sacco.

“Il distanziamento sociale ha spinto all’utilizzo delle tecnologie digitali per abbattere le distanze e avvicinare le persone, ed è stato anche occasione per alleggerire alcune forme di burocrazia che rallentavano i processi”, nota Emanuele Mugnani, Country Manager CGM per l’Italia, e Senior Vice President del Pharmacy Information System Europe, riferendo tra l’altro di “farmacie che ricevono anche 400 ricette/settimana”, e ricordando l’imperativo di “assicurare il totale rispetto della privacy e della protezione dei dati” – tema fondamentale, a tutela di operatori sanitari e pazienti, su cui va professionalmente costruito il sistema evitando scorciatoie e “fai-da-te”.

“L’uso di strumenti digitali per sostenere un’efficace risposta della sanità pubblica è rilevante durante l’emergenza Covid-19 e lo sarà soprattutto in futuro”, hanno ricordato nei giorni scorsi in una nota congiunta l’European Public Health Alliance (EPHA) e l’European Public Health Association (EUPHA). “Il futuro per i pazienti cronici è adesso e gli strumenti ideali per affrontarlo sono la salute e le cure digitali”, dichiara l’angiologo Sergio Pillon, esperto della Digital Health presso l’EPHA e l’Istituto Superiore di Sanità, lanciando un appello “ai politici, i medici ed i pazienti a riconoscere il momento per concretizzare una sanità a distanza che sappia raggiungere i pazienti, in particolare i profili fragili e cronici”.

Concetti analoghi sono perorati, con particolare riferimento ai “pazienti ordinari, che hanno subito la sospensione delle attività ambulatoriali” nel recente “Instant Report Covid-19” dall’Altems, Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, che sottolinea tra l’altro, nell’esaminare l’insieme dei “modelli organizzativi di risposta al Covid-19”, l’altissimo livello espresso dai pazienti alle prestazioni di telemedicina.

E sono proprio i pazienti a ricordare il problema “di aver dovuto interrompere le cure a causa della pandemia”, e ad agognare “lo sviluppo di una rete di sostegno sanitaria, assistenziale, sociale”. Parola di Antonella Celano, presidente dell’Associazione nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare (Apmarr), che in un webinar sulla cronicità che ha coinvolto i vertici sanitari e parlamentari ha convenuto che “la telemedicina è uno strumento innovativo che potrebbe aiutarci a superare tutti questi bisogni insoddisfatti di salute e cura”.

 

IL PREGRESSO: L’INDAGINE NAZIONALE SULLA GESTIONE DELLA CRONICITÀ

Di particolare interesse è il “tagliando” sul “Piano Nazionale della Cronicità” effettuato da fablab, unità strategica di CGM e protagonista italiana dell’innovazione multicanale nella Sanità, subito prima – si noti - dell’emergenza-coronavirus, interloquendo e confrontando i dati raccolti presso circa 1500 stakeholders, equamente ripartiti tra medici, a farmacisti e pazienti.

Lo studio fa emergere parecchie criticità, dal nodo dell’aderenza terapeutica ai limiti di fiducia degli operatori sanitari, salvo sottolineare la posizione chiave del farmacista, emerso relativamente in linea con le valutazioni dei pazienti. “Questo conferma che il farmacista di comunità può collaborare con il medico curante nella gestione delle patologie croniche, ognuno per le sue competenze, senza invasioni di campo e mettendo al centro il paziente”, commenta Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), ricordando il “modello di farmacia di servizi avviato quest’anno”.

Ma a emergere è anche la domanda prioritaria da parte dei pazienti (e meno riconosciuta dagli altri attori del sistema sanitario), di servizi di teleconsulto, informazione e monitoraggio digitale, esigenza che supera perfino quella del “medico a casa”, e che chiama a un’effettiva sinergia tra medici, farmacisti e pazienti. “E' esattamente quel che chiediamo da anni, per una vera presa in carico, che resta senza risposta”, commenta Alessandro Cossu, portavoce della principale rete associativa italiana di pazienti, Cittadinanzattiva, che cita a esempio proprio l’ehealth. “Con la telemedicina - spiega - è tra l’altro possibile l'integrazione medico-infermieristica dell'assistenza a domicilio”.

 

Link suggeriti, fonti recenti:

 

Nel lockdown il boom della telemedicina. Da tempo agognata, specie dai pazienti [Servizio audio / radio intervista]

Il rapporto fablab sulla cronicità in Italia

Il comunicato EPHA-EUPHA sulla sanità digitale

Il rapporto Altems sulla risposta organizzativa al Covid-19 in Italia

Il webinar istituzionale Apmarr sulla “cronicità sospesa”

Il rapporto Federprivacy nel contesto dell’emergenza Covid

Le citate piattaforme CGM:

H&S Telemonitoring

Ricetta in Farmacia

CLICKDOC Teleconsulto

Malattie rare, l’intesa tra OMaR e CGM: per l’empowerment del medico.

Milano, 19 Settembre 2019: Le nuove tecnologie digitali a supporto dei medici di base e pediatri, anche sui contenuti. L’informazione sulle malattie rare approda in Italia sul software per la gestione delle cartelle cliniche. Grazie all’intesa tra la principale agenzia giornalistica europea del settore e il leader globale della Medical Information Technology.

Fornire contenuti scientifici di valore al medico attraverso i nuovi software che già potenziano e semplificano il suo lavoro quotidiano, intercettando la domanda di un’informazione accurata, tempestiva e mirata. Con un focus sul terreno strategico, complesso e delicato delle patologie rare. È obiettivo della partnership avviata in questi giorni tra l’Osservatorio Malattie Rare (OMaR) e Fablab, unità strategica di CompuGroup Medical (CGM), leader globale della Medical Information Technology.

OMaR è la prima e unica agenzia giornalistica italiana ed europea del settore, e interlocutore-chiave di tutti i soggetti coinvolti, dalle istituzioni ai pazienti. “La qualità dell’informazione è tassello fondamentale di ogni sforzo a loro sostegno, ma anch’essa ha bisogno di aggiornarsi”, ricorda il direttore responsabile Ilaria Ciancaleoni Bartoli, che vede in questa operazione un “enorme salto, di qualità e quantità: potersi selettivamente calibrare e indirizzare alle singole categorie, com’è qui per i medici, costituisce un’inedita risorsa di supporto, a beneficio dei loro assistiti”.

Fablab, specializzata nell’innovazione multicanale e nella comunicazione nell’healthcare, lavora tra l’altro, grazie a CGM, su canali esclusivi che raggiungono specificamente i vari target. In questo caso, si tratta degli oltre 15mila Medici di Medicina Generale e Pediatri che già utilizzano i gestionali CGM, orientati a semplificarne l’intera gestione, clinica, amministrativa, fiscale, strategica. “L’avvento del digitale ha già agevolato il lavoro del medico – spiega Piero Conte, General Manager – e potrebbe rivoluzionare ed efficientare l’intera macchina del Servizio Sanitario”. Il “salto” è ora nel fatto che gli stessi software diventano anche veicolo di contenuti e aggiornamento, il che chiama tra l’altro alla massima responsabilità deontologica il mondo dell’informazione: “Dev’essere scientifica, attendibile, certificata”, spiega Conte.

Il canale è il “Magazine d’Informazione Medica” (MIM), testata giornalistica registrata. Rivolta esclusivamente a Mmg e Pediatri, è appunto integrata nel loro gestionale, sicché appare automaticamente all’avvio dello stesso. Già attiva da qualche mese, fornisce contenuti che spaziano dalla ricerca fino alle problematiche della professione, in collaborazione con fonti accreditate del settore, quali Aboutpharma, Sanità Informazione, MD-digital, Medici Oggi, Medicitalia. In aggiunta, il medico può beneficiare di alcuni tool, capaci di fornirgli messaggi informativi calibrati al paziente che sta visitando. Con contenuti che possono coinvolgere l’attività diagnostica, la risposta terapeutica, la valutazione di eventuali fattori di rischio, l’aderenza terapeutica.

In tutto questo la partnership con OMaR non costituisce solo l’ingresso di una fonte autorevole in più, ma un balzo fondamentale e strategico in un ambito - le malattie rare - su cui il medico di base può per definizione trovarsi meno aggiornato e “abituato” rispetto a problematiche più diffuse. Nondimeno è un settore estesissimo. Una patologia è formalmente definita “rara”, in ambito europeo, se coinvolge fino allo 0,05% della popolazione. Tuttavia, complessivamente, ne sono state già indentificate più di 7.000, molte senza copertura sanitaria, coinvolgendo circa 20mila nuovi casi ogni anno in Italia. I quali non solo meritano attenzione, ma rappresentano la platea del futuro della medicina, dalla ricerca alla persona.

 

Ricetta elettronica veterinaria (REV): grazie a WINGESFAR le Farmacie da subito in regola con l'adempimento.

Milano, 25 Giugno 2019: Efficienza e comodità nella gestione della REV con il gestionale di Farmacia WINGESFAR, software leader di CompuGroup Medical (CGM) per il mercato delle Farmacie italiane. Un aggiornamento permette di erogare la ricetta elettronica veterinaria nella medesima modalità della ricetta elettronica dei farmaci ad uso umano.

L'avvio della ricetta elettronica veterinaria , meglio conosciuta come REV , è avvenuto a livello generalizzato nonostante alcune incertezze operative, più che altro legate alle modalità di rilascio della ricetta da parte dei Medici Veterinari (a pagamento oppure no?), alle modalità e prerogative di sostituzione dei farmaci previsti, nonché ad alcuni disallineamenti delle banche dati dei farmaci veterinari.

In generale, il passaggio alla ricetta elettronica ha rappresentato un indubbio vantaggio operativo per tutta la filiera e per il sistema, in considerazione dei maggiori controlli possibili e per il venir meno dell’obbligo di trattamento e conservazione delle ricette cartacee. A tal fine, il Ministero della Salute ha previsto diverse modalità per la dispensazione dei farmaci veterinari.

La prima modalità, “scollegata”, prevede la registrazione della Farmacia sulla piattaforma www.vetinfo.it per l’ottenimento delle opportune credenziali e la successiva erogazione tramite il portale.

Questa modalità, utilizzata in una prima fase "d’obbligo", è da considerarsi alternativa e da fruirsi solo in caso di emergenza o non funzionamento dell’erogazione tramite il canale della ricetta elettronica umana. Sul portale ministeriale è inoltre presente una APP che permetterebbe di svolgere le medesime funzionalità anche tramite i dispositivi mobili.

Maggiore efficienza e comodità si ha invece nella gestione della REV con la seconda modalità prevista, e cioè direttamente dal gestionale di Farmacia. In particolare, tutti i clienti di WINGESFAR, il software per le farmacie più diffuso in Italia prodotto da CGM, hanno ricevuto un semplice aggiornamento, compreso nei canoni annuali di manutenzione, che ha permesso di erogare la ricetta elettronica veterinaria, per le farmacie, nella medesima modalità della ricetta elettronica dei farmaci ad uso umano, e per i negozi con il collegamento diretto al Ministero della Salute.

L’erogazione della REV da WINGESFAR risulta pratica ed efficiente, permettendo una veloce esitazione ed il collegamento diretto con il modulo di vendita per l’emissione dello scontrino e la gestione delle movimentazioni di magazzino con relative politiche di ordine e riordino.

Al fine di facilitare l’utilizzo del software - afferma Oscar Sommaggio, General Manager della Software House Farma di CompuGroup Medical - sono stati predisposti opportuni materiali formativi come documentazione a supporto e specifici webinar, che hanno reso l’avvio della REV, al netto delle incertezze operative già citate, estremamente semplice ed efficace.

Siglato tra CGM PHARMAONE (Divisione Pharma di CompuGroup Medical) e GPI S.p.A. l’accordo di distribuzione in Italia dei magazzini automatici RIEDL Phasys.

Milano, 09 Aprile 2019: CGM PHARMAONE, la divisione Pharma di CompuGroup Medical (CGM), specializzata nella fornitura di servizi alle Farmacie italiane, ha siglato con GPI (GPI:IM), società quotata su MTA e partner di riferimento nel mercato della Sanità e del Sociale, un accordo di distribuzione dei magazzini automatici RIEDL Phasys, società del gruppo GPI.

Grazie alla nuova partnership, la sofisticata tecnologia Riedl è a disposizione delle migliaia di farmacie attrezzate con il software gestionale WINGESFAR e può beneficiare di un efficace collegamento tra magazzino e sistema informatico della farmacia, con soluzioni avanzate, quali il collegamento wireless delle parti in movimento, con riduzione dei consumi e dei guasti, la velocità di movimento, il riconoscimento OCR delle date di scadenza anche in modalità di carico semi-automatico.

Il magazzino automatico, quindi, apporta concreti vantaggi alle farmacie in termini di qualità del servizio e di riduzione a regime dei costi. L’utilizzo di questo dispositivo consente, infatti, di ottimizzare i processi interni della farmacia quali, ad esempio, i carichi di magazzino e i prelievi dei farmaci a cura del farmacista, valorizzando la professionalità del farmacista che può concentrarsi sulla prestazione professionale e sul cliente, per consigliarlo e svolgere un'attività di vendita più efficace. Ulteriori vantaggi derivano dalla gestione precisa delle scadenze e delle giacenze e dall’ottimizzazione degli spazi in farmacia, liberando spazio per l’area di vendita o per servizi innovativi. Infine, la presenza di un robot contribuisce a migliorare l’immagine della farmacia nel senso di modernità e innovazione.

“L’accordo con GPI/Riedl rappresenta per CGM PHARMAONE un importante passaggio nella volontà di offrire un portafoglio di prodotti e servizi integrati per la Farmacia italiana” spiega Alessandro Avezza, General Manager della System House Farma di CompuGroup Medical. “Sempre di più si parla di digitalizzazione nella sanità e di quanto il mondo della farmacia possa beneficiare dell’apporto degli strumenti informatici e digitali. Dobbiamo però ricordarci che, comunque, gli aspetti logistici e di processo rimangono fondamentali. Il dotarsi di uno strumento come un magazzino automatico Riedl, sofisticato ma senza inutili complessità, costituisce un passo essenziale nel recupero di efficienza e nella valorizzazione del lavoro del farmacista. Confidiamo di poter con questo mettere a disposizione dei nostri clienti un modello integrato che partendo da un sistema informatico, digitale e tecnologico, arrivi sino alla consegna del farmaco nelle mani del cittadino e paziente, atto che solo un farmacista può svolgere. Il farmacista valorizza la sua professionalità, le sue competenze e la relazione umana, lasciando alla tecnologia ogni aspetto puramente operativo e di scarso valore.”

“Il marchio RIEDL è entrato a far parte del Gruppo GPI nel dicembre 2014 e, dopo appena tre anni dal primo sistema installato in Italia,” commenta Massimiliano Rossi, direttore ASA Automation di GPI S.p.A., ”il nostro magazzino robotizzato ha già conquistato una posizione preminente tra i leader di mercato. L’accordo con CGM PHARMAONE , siglato il primo di marzo scorso ha già ottenuto qualche primo risultato lusinghiero nel primo mese di attività ed è un tassello fondamentale nella politica strategica del Gruppo GPI di consolidare la propria presenza anche nel segmento Retail, con un’offerta recentemente arricchita con i servizi di arredo e rinnovamento chiavi in mano della farmacia. Sono convinto che la sinergia tra i due Gruppi potrà garantire alla clientela, sempre più attenta all’innovazione tecnologica e alla ricerca di partner in grado di soddisfare in tutto le loro esigenze, un’evoluzione importante dei propri prodotti e servizi”.

CompuGroup Medical (CGM) partecipa al tavolo tecnico della Fattura Elettronica per la filiera del farmaco.

Milano, 28 Gennaio 2019: CGM partecipa e promuove un tavolo tecnico tra i diversi interlocutori della filiera del farmaco, come grossisti, ditte e software house, per la definizione di standard comuni.

Definire tracciati e regole comuni per la predisposizione dei file della fattura elettronica, onde consentirne il massimo vantaggio alle Farmacie e ai propri consulenti fiscali. E’ questo l’obiettivo del tavolo tecnico.

L’avvio della fatturazione elettronica tra gli operatori B2B è ormai una realtà. Benché la scadenza fosse prevista da tempo, è innegabile che molti operatori, a tutti i livelli, si siano trovati spiazzati dagli impatti di questa rivoluzione copernicana nel segno della digitalizzazione. Come tutti i cambiamenti, l’adattamento alle nuove procedure e qualche intoppo iniziale rendono il processo difficoltoso e non ne fanno apprezzare appieno i possibili vantaggi.

La fattura elettronica, in quanto obbligo normativo, è un’esigenza che è stata dettata da motivi principalmente di finanza pubblica ma, se opportunamente sfruttata, può diventare un potentissimo strumento a disposizione degli operatori, per migliorare l’efficienza complessiva dei processi (le fatture entrano in automatico nei gestionali e nelle contabilità), per evitare errori (non ci sono più caricamenti manuali) e per poter disporre di preziose informazioni economiche in modo rapido e tempestivo.

Buona parte dei vantaggi citati si ottengono a fronte di regole condivise e della definizione di standard nelle modalità di produzione dei file XML (tracciati).

In quanto principale operatore digitale della filiera, CGM partecipa e promuove questo tavolo tecnico che porterà alla definizione di tracciati e regole comuni per la predisposizione dei file della fattura elettronica.

Grazie a tracciati e codifiche condivise infatti, risulterà sempre più agevole acquisire le informazioni rilevanti come i costi dei prodotti, le scadenze di pagamento e tutti gli altri dati, per consentire alla Farmacia di sfruttare appieno le potenzialità di questo enorme passo in avanti nell’efficienza dei processi.

Già dai primi giorni di lavoro sono in corso continue attività di affinamento e si prevede che i benefici saranno apprezzati da tutti gli operatori man mano che l’utilizzo degli standard formalizzati si diffonderà.

Oltre 160 Voucher Digitalizzazione per i clienti CompuGroup Medical, per 280.000 euro di contributi.

Milano, 26 Giugno 2018: le divisioni italiane di CompuGroup Medical SE (CGM), hanno supportato i clienti Medici, Farmacisti e Dentisti nelle pratiche per l’ottenimento dei c.d. “Voucher digitalizzazione”.

Il governo Italiano, dando seguito al decreto interministeriale 23 settembre 2014, a partire dal 9 gennaio fino al 12 febbraio 2018 ha consentito alle PMI di presentare le domande per l’ottenimento del c.d. Voucher digitalizzazione, consistente in un contributo a fondo perduto erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), atto a favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico. Inclusi nell’importo gli acquisti in hardware, software e/o servizi specialistici per:

  • migliorare l’efficienza aziendale
  • modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro
  • sviluppare soluzioni di e-commerce
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Il Voucher è stato concesso nel limite massimo di 10.000€ e per il 50% della spesa complessiva, fino alla disponibilità dei fondi stanziati dal MISE, pari originariamente a 100 Mln di Euro suddivisi su base regionale.

La procedura per la richiesta del Voucher ha previsto la dotazione da parte dell’impresa dell’apposito token di firma digitale, la predisposizione della modulistica e l’invio della stessa firmata digitalmente tramite posta elettronica certificata. CGM, in un’ottica si servizio ai propri clienti, ha seguito tutte le procedure di richiesta dei Voucher fornendo supporto e assistenza nelle fasi di compilazione delle domande e delle successive pratiche per l’ottenimento dello stesso.

Si sono rivolti a CGM oltre 160 clienti a cui sono stati riconosciuti Voucher pari ad oltre 280.000€ che saranno erogati sotto forma di contributo a fondo perduto.

“Una grossa opportunità colta dai Clienti che, affidandosi a CGM, hanno deciso di aumentare la digitalizzazione dei processi aziendali grazie ad un investimento mirato in tecnologia, per di più agevolato dallo Stato.” - Emanuele Mugnani, Senior Vice President CGM Southern European Region.

 

CompuGroup Medical si impegna attivamente nell’adeguamento al GDPR.

Milano, 30 Maggio 2018: I processi e i prodotti di CGM sono conformi alla normativa GDPR.

Alla data del 25 maggio 2018, il Gruppo CGM – multinazionale tedesca specializzata nel fornire soluzioni software e servizi tecnologici per la sanità - è lieto di annunciare di aver adeguato sia i prodotti che i processi interni a quanto richiesto dalla nuova normativa in tema di protezione dei dati personali.

L’adeguamento è stato svolto con estrema attenzione da tutte le Business Unit italiane che offrono soluzioni software e piattaforme digitali a farmacie, ASL, studi medici e dentisti.

CompuGroup Medical ha anche sviluppato la soluzione CGM DATA-PROTECT (e relativi servizi per la compilazione) a supporto degli utenti sul tema della privacy e per agevolarli nel rendere il trattamento dei dati personali e sanitari dei pazienti sicuro e conforme alla normativa GDPR. CGM DATA-PROTECT conta già diverse migliaia di installazioni e – per la prima volta - è un prodotto trasversale a tutti i clienti CGM in Italia: farmacie, studi medici e dentistici.

"Il GDPR è un importante passo in avanti per i diritti legati alla privacy. Noi che sviluppiamo tecnologia nel campo della sanità dobbiamo garantire che i dati che trattiamo – sia personali che sanitari - siano utilizzati nel pieno rispetto del regolamento. Negli ultimi mesi abbiamo lavorato molto su questo tema e siamo davvero fieri del risultato raggiunto” - Emanuele Mugnani, Senior Vice President CGM Southern European Region.

 

CGM DATA-PROTECT, strumento di supporto a Farmacie, Medici e Dentisti nel processo di adeguamento alla normativa GDPR.

Milano, 8 Maggio 2018: CompuGroup Medical (CGM), azienda leader mondiale nella sanità elettronica, evidenzia come la sua piattaforma CGM DATA-PROTECT sia lo strumento professionale e già positivamente collaudato per supportare i professionisti della sanità nel processo di adeguamento alla normativa GDPR.

A partire dal prossimo 25 maggio 2018, come noto, troverà piena applicazione il nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati (GDPR). CompuGroup Medical, in considerazione della delicatezza dell'argomento protezione dei dati in ambito sanitario, ritiene importante comunicare che la sua piattaforma CGM DATA-PROTECT , strumento di supporto a Farmacia, Medico e Dentista nel processo di adeguamento alla normativa GDPR, è disponibile per tutti i professionisti della sanità che non abbiano ancora avuto modo di confrontarsi con l'argomento.

CGM DATA-PROTECT consente di: produrre tutta la documentazione richiesta, ottenere un report dettagliato con suggerimenti e segnalazioni di non conformità, nonché di accedere a materiali formativi sul Regolamento GDPR. La piattaforma CGM DATA-PROTECT è corredata di un corso di formazione, erogato in modalità FAD (formazione a distanza), in fase di accreditamento ECM.

La piattaforma prevede, inoltre, l'aggiornamento contestuale alle future modifiche del contesto normativo, sia nazionale che internazionale, oltre che la disponibilità di linee guida, codici di condotta o migliori pratiche emesse dall’Autorità Italiana Garante per la Protezione dei Dati Personali, ovvero da altri organismi internazionali. Agli aderenti alla piattaforma, grazie all’esperienza in materia, CompuGroup Medical offre, compreso nel servizio, un check-up completo sulla sicurezza informatica in Farmacia, realizzato da tecnici specializzati.

"Attraverso CGM DATA-PROTECT ci auguriamo di contribuire a rendere più agevole e soprattutto più sicuro il trattamento dei dati personali e sanitari sia nelle Farmacie che negli Studi Medici e Odontoiatrici, sollevando il Titolare da incombenze tecniche ed amministrative. Questo per permettergli di concentrarsi il più possibile nelle attività del servizio sanitario che gli compete, nel consiglio e nel benessere del cittadino, cioè le reali attività a valore per i professionisti della salute." Emanuele Mugnani, Senior Vice President CGM Southern European Region.

Alessandro Avezza nominato nuovo General Manager di CGM PHARMAONE.

Milano, 22 Giugno 2017: CompuGroup Medical SE (CGM), azienda leader mondiale nella sanità elettronica, ha nominato Alessandro Avezza General Manager di CGM PHARMAONE, la system house della divisione Pharmacy Information Systems in Italia.

Continua il rafforzamento di CGM sul mercato italiano con l’obiettivo di consolidare e incrementare il già vasto parco utenti in ambito farma. Attualmente CGM PHARMAONE, la business unit che si occupa di distribuzione diretta di servizi e prodotti IT per le farmacie in Italia, serve 7.000 Farmacie sul tutto il territorio nazionale.

Torinese, dopo la laurea in Economia e un Executive Master in Business and Administration, il Dottor Avezza ha sviluppato il suo percorso professionale nel mondo dei servizi, dei software gestionali e della system integration per le PMI. Ha maturato una significativa esperienza in varie funzioni aziendali, dal business controlling, alle operations, al marketing, fino a ricoprire il ruolo di VP Channels and Sales in una primaria azienda italiana di software.

“La nomina del dott. Alessandro Avezza come General Manager di CGM PHARMAONE si inserisce nel solco della nostra continua espansione del mercato e mira a perseguire la qualità dei servizi e la soddisfazione dei nostri Clienti.” ‐ ha detto l’Ing. Emanuele Mugnani, Senior Vice President Southern European Region di CGM.

 


16. marzo 2017, Coblenza
CompuGroup Medical conclude il progetto di fusione tra Intermedix Italia, fablab e la già controllata WikiPharm.

Coblenza, 16 Marzo 2017: CompuGroup Medical SE (CGM), azienda leader mondiale nella sanità elettronica, ha concluso l’operazione di fusione tra le società fablab, Intermedix Italia e WikiPharm, rafforzando la sua posizione di partner strategico nel settore della Sanità in Italia, ampliando la sua offerta di prodotti e servizi di comunicazione rivolti all’industria farmaceutica, agli operatori sanitari e ai cittadini

Dopo aver acquisito parte del pacchetto azionario di fablab, agenzia di comunicazione digitale specializzata nel settore farmaceutico con sede a Milano e Trieste, CGM ha concluso il progetto di fusione della stessa con Intermedix Italia e WikiPharm.

CGM detiene il pacchetto di maggioranza della nuova società costituita dalla fusione, che manterrà il nome fablab. Il Management di fablab continuerà ad essere attivo a livello operativo e strategico.

“E’ un passaggio chiave del posizionamento di CompuGroup Medical in Italia, che amplia la gamma di servizi per l’industria farmaceutica, continuando a perseguire il suo obiettivo di favorire la sinergia tra gli attori del sistema Salute” - ha detto Frank Gotthardt, CEO di CompuGroup Medical SE.

"2016ADERENZA TERAPEUTICA IN CITTA": IL RUOLO CHIAVE DELLA TECNOLOGIA DIGITALE IN UN INNOVATIVO E IMPORTANTE PROGETTO DI SINERGIA TRA LE FARMACIE DI CINISELLO BALSAMO, MMG, IL COMUNE, L'UNIVERISTA' E COMPUGROUP MEDICAL (CGM).

Milano, 28 ottobre 2020 - Promosso dall'AMF (Azienda Multiservizi Farmacie) e reso possibile da un'interfaccia software sviluppata da CompuGroup Medical, il progetto intende sperimentare i vantaggi del potenziamento della medicina territoriale nella cura dei pazienti cronici, supportandoli nei percorsi di aderenza terapeutica. Un vero e proprio KIT confezionato dalle farmacie e contenente l’esatta terapia per ciascun giorno della settimana e per ciascuna fascia oraria con tutte le istruzioni del caso. A misura di paziente.

"Il 39,9% degli italiani è colpito da una malattia cronica , ma solo il 50% di questi pazienti assume i farmaci in modo corretto: spesso infatti seguono le indicazioni del medico con discontinuità o abbandonano la cura dopo un breve periodo. Il problema diventa esponenziale negli anziani, toccando percentuali superiori al 70%." - È quanto si legge in una nota del Comitato italiano per l'aderenza alla terapia (Ciat ).

Secondo l’OMS “massimizzare l’efficacia degli interventi finalizzati ad aumentare la compliance può avere un impatto di gran lunga maggiore sulla salute delle popolazioni di qualunque altro progresso terapeutico”.

"È stato stimato che ogni anno la mancata aderenza alla terapia è responsabile, in Europa, di ben 194.500 decessi ed oltre 125 miliardi di euro di costi sanitari diretti e indiretti. Sono numeri sconfortanti sui quali è necessario intervenire soprattutto nei casi di patologie croniche dove una maggiore aderenza terapeutica consentirebbe di ridurre le complicanze, gli accessi al pronto soccorso e le ospedalizzazioni; oltre che portare ad un notevole risparmio dei costi totali. Partendo dai risultati ottenuti in precedenti sperimentazioni, abbiamo deciso di promuovere un piano di ricerca e innovazione territoriale integrando gli strumenti tecnologici disponibili con i servizi erogati dalle nostre farmacie che rappresentano un presidio e un punto di riferimento fondamentale per la città e il territorio." Spiega Sebastiano Di Guardo , direttore generale dell’Azienda Multiservizi Farmacie .

Da queste premesse nasce il progetto "Aderenza Terapeutica in città " promosso da AMF Spa (gruppo di farmacie comunali di Cinisello Balsamo), che vede il coinvolgimento delle 9 farmacie territoriali coadiuvate dai Medici di Medicina Generale (MMG) del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche «L. Sacco» dell’Università degli studi di Milano in qualità di Partner scientifico, del Comune di Cinisello come Partner attuatore e, di CompuGroup Medical in qualità di Partner tecnologico, nella realizzazione dell'innovativo Sistema di Dosaggio Personalizzato (SDP) .

L'SPD è un sistema di riconfezionamento in blister con cui il farmacista, tramite una moderna e avanzata interfaccia digitale sviluppata da CompuGroup Medical , organizza, in kit ordinati, le pastiglie e/o pillole che il paziente deve assumere, allo scopo di indicargli esattamente il giorno e l’ora del regime terapeutico prescritto, fornendogli al contempo tutte le informazioni necessarie per attenersi a tale terapia.

La piattaforma software sviluppata da CompuGroup Medical supporta il farmacista durante la fase di preparazione: "Il wizard integrato nella piattaforma ha il duplice scopo di supportare il farmacista nella fase di preparazione dei blister e tracciare le operazioni al fine di garantire il corretto svolgimento del procedimento preparatorio" spiega Marco Agosto Senior Business Development Manager PCS Italy di CompuGroup Medical .

Il KIT settimanale personalizzato è costituito da una serie di caselle contenenti i farmaci già suddivisi per giorno e ora di assunzione. Il paziente, seguendo le indicazioni riportate sul KIT, apre la casella corrispondente ed assume i farmaci in essa contenuti. Attraverso invece un Pill Dispenser digitale ogni volta che il paziente deve assumere la terapia il dispositivo emette un suono e la casella corrispondente si illumina. Il dispositivo traccia l'effettiva assunzione del farmaco ed è in grado di inviare un messaggio al caregiver (parenti, figli, badante) in caso di mancata assunzione o assunzione non corretta.

La sinergia tra Farmacisti e MMG nella cura del paziente, con il valido ausilio della tecnologia, sottolinea il ruolo centrale della medicina territoriale nel seguire costantemente e non lasciare mai soli i pazienti cronici o fragili, in linea con i percorsi tracciati dalle istituzioni.

 

Altri Link sull'argomento:

Farmaci, arriva il kit su misura

Cinisello Balsamo, in arrivo un kit per non sbagliare a prendere le medicine

 

Scarica il comunicato [0,2 MB, PDF]

 

"ADERENZA TERAPEUTICA IN CITTA": IL RUOLO CHIAVE DELLA TECNOLOGIA DIGITALE IN UN INNOVATIVO E IMPORTANTE PROGETTO DI SINERGIA TRA LE FARMACIE DI CINISELLO BALSAMO, MMG, IL COMUNE, L'UNIVERISTA' E COMPUGROUP MEDICAL (CGM)"

Milano, 28 ottobre 2020 - Promosso dall'AMF (Azienda Multiservizi Farmacie) e reso possibile da un'interfaccia software sviluppata da CompuGroup Medical, il progetto intende sperimentare i vantaggi del potenziamento della medicina territoriale nella cura dei pazienti cronici, supportandoli nei percorsi di aderenza terapeutica. Un vero e proprio KIT confezionato dalle farmacie e contenente l’esatta terapia per ciascun giorno della settimana e per ciascuna fascia oraria con tutte le istruzioni del caso. A misura di paziente.

"Il 39,9% degli italiani è colpito da una malattia cronica , ma solo il 50% di questi pazienti assume i farmaci in modo corretto: spesso infatti seguono le indicazioni del medico con discontinuità o abbandonano la cura dopo un breve periodo. Il problema diventa esponenziale negli anziani, toccando percentuali superiori al 70%." - È quanto si legge in una nota del Comitato italiano per l'aderenza alla terapia (Ciat ).

Secondo l’OMS “massimizzare l’efficacia degli interventi finalizzati ad aumentare la compliance può avere un impatto di gran lunga maggiore sulla salute delle popolazioni di qualunque altro progresso terapeutico”.

"È stato stimato che ogni anno la mancata aderenza alla terapia è responsabile, in Europa, di ben 194.500 decessi ed oltre 125 miliardi di euro di costi sanitari diretti e indiretti. Sono numeri sconfortanti sui quali è necessario intervenire soprattutto nei casi di patologie croniche dove una maggiore aderenza terapeutica consentirebbe di ridurre le complicanze, gli accessi al pronto soccorso e le ospedalizzazioni; oltre che portare ad un notevole risparmio dei costi totali. Partendo dai risultati ottenuti in precedenti sperimentazioni, abbiamo deciso di promuovere un piano di ricerca e innovazione territoriale integrando gli strumenti tecnologici disponibili con i servizi erogati dalle nostre farmacie che rappresentano un presidio e un punto di riferimento fondamentale per la città e il territorio." Spiega Sebastiano Di Guardo , direttore generale dell’Azienda Multiservizi Farmacie .

Da queste premesse nasce il progetto "Aderenza Terapeutica in città " promosso da AMF Spa (gruppo di farmacie comunali di Cinisello Balsamo), che vede il coinvolgimento delle 9 farmacie territoriali coadiuvate dai Medici di Medicina Generale (MMG) del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche «L. Sacco» dell’Università degli studi di Milano in qualità di Partner scientifico, del Comune di Cinisello come Partner attuatore e, di CompuGroup Medical in qualità di Partner tecnologico, nella realizzazione dell'innovativo Sistema di Dosaggio Personalizzato (SDP) .

L'SPD è un sistema di riconfezionamento in blister con cui il farmacista, tramite una moderna e avanzata interfaccia digitale sviluppata da CompuGroup Medical , organizza, in kit ordinati, le pastiglie e/o pillole che il paziente deve assumere, allo scopo di indicargli esattamente il giorno e l’ora del regime terapeutico prescritto, fornendogli al contempo tutte le informazioni necessarie per attenersi a tale terapia.

La piattaforma software sviluppata da CompuGroup Medical supporta il farmacista durante la fase di preparazione: "Il wizard integrato nella piattaforma ha il duplice scopo di supportare il farmacista nella fase di preparazione dei blister e tracciare le operazioni al fine di garantire il corretto svolgimento del procedimento preparatorio" spiega Marco Agosto Senior Business Development Manager PCS Italy di CompuGroup Medical .

Il KIT settimanale personalizzato è costituito da una serie di caselle contenenti i farmaci già suddivisi per giorno e ora di assunzione. Il paziente, seguendo le indicazioni riportate sul KIT, apre la casella corrispondente ed assume i farmaci in essa contenuti. Attraverso invece un Pill Dispenser digitale ogni volta che il paziente deve assumere la terapia il dispositivo emette un suono e la casella corrispondente si illumina. Il dispositivo traccia l'effettiva assunzione del farmaco ed è in grado di inviare un messaggio al caregiver (parenti, figli, badante) in caso di mancata assunzione o assunzione non corretta.

La sinergia tra Farmacisti e MMG nella cura del paziente, con il valido ausilio della tecnologia, sottolinea il ruolo centrale della medicina territoriale nel seguire costantemente e non lasciare mai soli i pazienti cronici o fragili, in linea con i percorsi tracciati dalle istituzioni.


"ADERENZA TERAPEUTICA IN CITTA": IL RUOLO CHIAVE DELLA TECNOLOGIA DIGITALE IN UN INNOVATIVO E IMPORTANTE PROGETTO DI SINERGIA TRA LE FARMACIE DI CINISELLO BALSAMO, MMG, IL COMUNE, L'UNIVERISTA' E COMPUGROUP MEDICAL (CGM)"

Milano, 28 ottobre 2020 - Promosso dall'AMF (Azienda Multiservizi Farmacie) e reso possibile da un'interfaccia software sviluppata da CompuGroup Medical, il progetto intende sperimentare i vantaggi del potenziamento della medicina territoriale nella cura dei pazienti cronici, supportandoli nei percorsi di aderenza terapeutica. Un vero e proprio KIT confezionato dalle farmacie e contenente l’esatta terapia per ciascun giorno della settimana e per ciascuna fascia oraria con tutte le istruzioni del caso. A misura di paziente.

"Il 39,9% degli italiani è colpito da una malattia cronica , ma solo il 50% di questi pazienti assume i farmaci in modo corretto: spesso infatti seguono le indicazioni del medico con discontinuità o abbandonano la cura dopo un breve periodo. Il problema diventa esponenziale negli anziani, toccando percentuali superiori al 70%." - È quanto si legge in una nota del Comitato italiano per l'aderenza alla terapia (Ciat ).

Secondo l’OMS “massimizzare l’efficacia degli interventi finalizzati ad aumentare la compliance può avere un impatto di gran lunga maggiore sulla salute delle popolazioni di qualunque altro progresso terapeutico”.

"È stato stimato che ogni anno la mancata aderenza alla terapia è responsabile, in Europa, di ben 194.500 decessi ed oltre 125 miliardi di euro di costi sanitari diretti e indiretti. Sono numeri sconfortanti sui quali è necessario intervenire soprattutto nei casi di patologie croniche dove una maggiore aderenza terapeutica consentirebbe di ridurre le complicanze, gli accessi al pronto soccorso e le ospedalizzazioni; oltre che portare ad un notevole risparmio dei costi totali. Partendo dai risultati ottenuti in precedenti sperimentazioni, abbiamo deciso di promuovere un piano di ricerca e innovazione territoriale integrando gli strumenti tecnologici disponibili con i servizi erogati dalle nostre farmacie che rappresentano un presidio e un punto di riferimento fondamentale per la città e il territorio." Spiega Sebastiano Di Guardo , direttore generale dell’Azienda Multiservizi Farmacie .

Da queste premesse nasce il progetto "Aderenza Terapeutica in città " promosso da AMF Spa (gruppo di farmacie comunali di Cinisello Balsamo), che vede il coinvolgimento delle 9 farmacie territoriali coadiuvate dai Medici di Medicina Generale (MMG) del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche «L. Sacco» dell’Università degli studi di Milano in qualità di Partner scientifico, del Comune di Cinisello come Partner attuatore e, di CompuGroup Medical in qualità di Partner tecnologico, nella realizzazione dell'innovativo Sistema di Dosaggio Personalizzato (SDP) .

L'SPD è un sistema di riconfezionamento in blister con cui il farmacista, tramite una moderna e avanzata interfaccia digitale sviluppata da CompuGroup Medical , organizza, in kit ordinati, le pastiglie e/o pillole che il paziente deve assumere, allo scopo di indicargli esattamente il giorno e l’ora del regime terapeutico prescritto, fornendogli al contempo tutte le informazioni necessarie per attenersi a tale terapia.

La piattaforma software sviluppata da CompuGroup Medical supporta il farmacista durante la fase di preparazione: "Il wizard integrato nella piattaforma ha il duplice scopo di supportare il farmacista nella fase di preparazione dei blister e tracciare le operazioni al fine di garantire il corretto svolgimento del procedimento preparatorio" spiega Marco Agosto Senior Business Development Manager PCS Italy di CompuGroup Medical .

Il KIT settimanale personalizzato è costituito da una serie di caselle contenenti i farmaci già suddivisi per giorno e ora di assunzione. Il paziente, seguendo le indicazioni riportate sul KIT, apre la casella corrispondente ed assume i farmaci in essa contenuti. Attraverso invece un Pill Dispenser digitale ogni volta che il paziente deve assumere la terapia il dispositivo emette un suono e la casella corrispondente si illumina. Il dispositivo traccia l'effettiva assunzione del farmaco ed è in grado di inviare un messaggio al caregiver (parenti, figli, badante) in caso di mancata assunzione o assunzione non corretta.

La sinergia tra Farmacisti e MMG nella cura del paziente, con il valido ausilio della tecnologia, sottolinea il ruolo centrale della medicina territoriale nel seguire costantemente e non lasciare mai soli i pazienti cronici o fragili, in linea con i percorsi tracciati dalle istituzioni.