CompuGroup Medical
Synchronizing Healthcare

Scopri tutto sulla visione, la missione e le persone che danno forma a CompuGroup Medical in tutto il mondo.

Investor Relations
Eine Person tippt mit dem Finger auf ein Tablet-PC mit einer Investor-Relations-Präsentation
Carriera
CGM Global
Mehrere CGM-Flaggen

Comunicati stampa

2022
2021
2020
2019
2018
2017
COMPUGROUP MEDICAL ITALIA PUNTA SUL SENIOR HOUSING: SOLUZIONI AVANZATE DI TELEMEDICINA E SENSORI HIGH-TECH PER ASSISTERE GLI OVER-65 ALL’INTERNO DI ABITAZIONI INTELLIGENTI

Milano, 25 ottobre 2022CompuGroup Medical Italia (CGM), la più grande azienda di Digital Health in Italia e pioniera nel settore del Senior Housing, l’ultima frontiera della residenzialità per persone anziane autosufficienti (o quasi) che desiderano vivere in autonomia ma all’interno di un contesto protetto, partecipa al progetto “Silver Economy Live Hub” che inaugura oggi a Roma il secondo ‘appartamento del futuro’ presso l’Over Senior Residence di Fonte Laurentina. L’iniziativa è promossa dal Silver Economy Network, la rete italiana di imprese d’eccellenza che offrono prodotti e servizi dedicati alla popolazione over-65.

L’innovativa soluzione abitativa allestita all’interno del ‘condominio’ di Over, composta da 52 appartamenti e 12 camere, ospita la tecnologia di CGM Italia per monitorare e assistere gli anziani sia sotto il profilo sanitario che comportamentale, potendo contare sulla presenza di una rete di operatori di prossimità che interviene qualora vengano rilevate anomalie rispetto ai parametri di salute e/o nell’appartamento.

In particolare, la piattaforma integrata “CGM CARE MAP” consente di gestire le esigenze di salute e di cura degli anziani attraverso il monitoraggio costante dei parametri vitali quali glicemia, pressione arteriosa, ossigenazione del sangue, peso corporeo ma anche dei livelli di aderenza terapeutica, notificando al Centro Servizi (e ai caregiver) eventuali scostamenti dai valori soglia. Inoltre, tramite sensori hi-tech applicati alle pareti, vengono analizzati in tempo reale i comportamenti dei Senior all’interno dell’appartamento e segnalati eventuali eventi atipici: cadute, permanenza prolungata in un ambiente della casa, movimenti notturni, apertura di porte e finestre in orari particolari, ecc. Infine, la piattaforma offre un servizio di telecardiologia erogabile negli ambienti comuni da personale della struttura, in grado di eseguire esami cardiologici supportati da un servizio remoto di telerefertazione sia per controlli di routine che in caso di emergenza. Il tutto garantendo una protezione costante e accurata, ma non invadente, per gli ospiti della struttura.

Il modello residenziale del Senior Housing, ancora agli albori in Italia ma ampiamente diffuso in Paesi europei quali Francia, Germania, Regno Unito e negli Stati Uniti, è pensato per rispondere all’esigenza delle persone over-65 autosufficienti o parzialmente non autosufficienti, di vivere mantenendo la propria indipendenza, in un contesto che favorisce il benessere e la socialità e che, grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, dispone di tutti i servizi e dell’assistenza di cui l’anziano potrebbe aver bisogno.

L’obiettivo è realizzare le condizioni per un invecchiamento attivo, offrendo una risposta concreta ai nuovi assetti socio-demografici che vedono, in Italia, una popolazione sempre più anziana (oltre 14 milioni di over-65, il 23,8% della popolazione totale - ISTAT 2022) e famiglie sempre meno numerose che non riescono a prendersi cura dei familiari anziani.

“I dati ISTAT prospettano non solo un aumento della percentuale di anziani, ma anche un aumento di coloro che, tra questi, vivranno da soli (passando da oltre 1,2 milioni a 4,5 milioni nel 2030). L’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’Istituto Superiore della Sanità evidenziano come la solitudine possa avere un impatto negativo sulla salute del cittadino, aumentando il rischio di depressione, ansia, scarsa autostima, problemi del sonno e stress. La solitudine colpisce tutte le età, ma ad essere più vulnerabili sono i nostri silver. Per questo, ritengo fondamentale puntare su modelli di co-housing innovativo e nuove soluzioni tecnologie o di servizio che ci permettano di essere sempre più vicini alle loro esigenze”, dichiara Mariuccia Rossini, Presidente del Silver Economy Network e di Over.

“Siamo entusiasti di essere presenti con le nostre soluzioni tecnologiche all’interno di un modello abitativo innovativo su misura per la popolazione Silver”, afferma Alberto Pravettoni, General Manager di CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CGM Italia specializzata nello sviluppo di soluzioni e tecnologie nell’ambito della telemedicina. Quando tramite la nostra campagna istituzionale parliamo di tecnologia che si prende cura delle persone, abbiamo in mente progetti come questo che rispondono a specifici bisogni di cura e assistenza per una migliore qualità della vita, e che svolgono anche un’importante funzione sociale in ragione dei cambiamenti socio-demografici in atto. CGM TELEMEDICINE è, da sempre, attenta alle esigenze degli ‘Over’, che siano pazienti o semplicemente persone fragili con peculiari necessità assistenziali. È per noi un onore essere partner del Silver Economy Network e di Over in questo progetto all’avanguardia che ci dà un’ulteriore spinta nel continuare a progettare soluzioni innovative per soddisfare le esigenze delle persone di ogni età, sia legate alla salute che all’invecchiamento attivo”.

CGM PHARMAONE consolida la leadership nel mercato italiano
ed europeo delle soluzioni digitali per la farmacia.

MILANO, 3 ottobre 2022 - Con un fatturato in crescita che ha già superato i 50 milioni di euro per l’intero anno 2021 e un network in costante espansione di oltre 11mila farmacie in tutta Italia, si consolida la leadership di mercato di CGM PHARMAONE, la divisione di CompuGroup Medical Italia (CGM) specializzata nello sviluppo di soluzioni informatiche, digitali e prodotti in grado di supportare il farmacista nella gestione quotidiana della farmacia e di connetterlo con gli altri professionisti sanitari e con i cittadini-pazienti.

Il trend positivo di crescita si riflette anche oltre i confini nazionali: nel 2021, infatti, CGM PHARMAONE ha rafforzato la sua posizione di leader di mercato anche in Europa, rappresentando oltre il 43% del fatturato europeo di CGM per il comparto Farmacia.

I risultati ottenuti consentiranno a CGM PHARMAONE di consolidare la propria strategia di investimenti e di crescita, per supportare la creazione di un ecosistema sanitario in grado di rispondere alla sfida del PNRR legata al rafforzamento dell’assistenza territoriale.

Il consolidamento della leadership di CGM PHARMAONE si inserisce all’interno di un percorso di ottimizzazione dei processi aziendali realizzati attraverso un’operazione di fusione e scissione interne che hanno consentito di far confluire le storiche società attive nel settore Farmacia (Qualità in farmacia S.r.l., Farma3Tec S.r.l., Mondofarma S.r.l, Società Vega Informatica e Farmacia S.r.l., entrate nel gruppo CGM nel corso degli anni in conseguenza di operazioni di acquisto) all’interno della neo costituita CGM PHARMAONE S.r.l. e in modo da dare ai clienti e fornitori un referente unico, lasciando invariata la composizione dei team di lavoro nei vari dipartimenti e il capitale umano.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti da CGM PHARMAONE che confermano la validità della nostra strategia, sia in Italia che sul mercato europeo, e la volontà di offrire ai farmaciti soluzioni sempre più innovative e personalizzate”, dichiara Alessandro Avezza, General Manager di CGM PHARMAONE e Country Manager Italia. “La crescita di CGM PHARMAONE è il risultato di un processo di consolidamento di quote di mercato organiche, vale a dire di farmacie-clienti che ad oggi sono più di 11mila, e di acquisizioni di nuove società per ampliare le nostre competenze, e con esse, i servizi offerti ai professionisti sanitari. I risultati ottenuti ci consentiranno di proseguire con ancora maggior slancio nel nostro obiettivo di supportare l’evoluzione ‘naturale’ del ruolo del farmacista, di pari passo con il processo di digitalizzazione della sanità e il rafforzamento delle cure di prossimità. Digitale, servizi e prossimità sono i pilastri della sanità del futuro in cui sarà sempre più centrale il ruolo della farmacia, che noi ci prefiggiamo di sostenere, accompagnando il farmacista con soluzioni innovative, integrazione dei processi e ottimizzazione delle attività”.

CGM PHARMAONE vuole proporsi come un partner tecnologico a fianco del Farmacista, supportandolo nelle sue decisioni, e della Farmacia - singola, di gruppo o in catena - rappresentando il punto unico di riferimento per l’offerta di servizi e soluzioni integrate: dai software gestionali ai servizi con impatto diretto sul cittadino, come i tool che consentono di prenotare le prestazioni sanitarie e i servizi che promuovono l’aderenza alle terapie per favorire una migliore gestione del percorso di cura.

IPERTENSIONE ARTERIOSA IN FARMACIA: COMPUGROUP MEDICAL ITALIA E IL DIPARTIMENTO DI SCIENZA E TECNOLOGIA DEL FARMACO DELL’UNIVERSITÀ DI TORINO INSIEME PER MIGLIORARE LA PRESA IN CARICO E L’ADERENZA ALLE TERAPIE

Il progetto, che coinvolgerà le farmacie territoriali del Piemonte, si basa sull’utilizzo di un’unica piattaforma integrata che, aggiornata sulla base di protocolli scientifici di presa in carico del paziente iperteso, supporta il farmacista nell’erogazione di tutte le prestazioni necessarie a una corretta gestione della patologia.

 

Milano, 12 settembre 2022 – Supportare i pazienti nella corretta gestione dell’ipertensione arteriosa, migliorare l’aderenza alle terapie antipertensive e promuovere l’identificazione precoce dei soggetti a rischio grazie al coinvolgimento dei farmacisti di comunità coadiuvati da strumenti informatici d’avanguardia: questi gli obiettivi del progetto di ricerca nato dalla collaborazione tra CompuGroup Medical Italia (CGM), la più grande azienda di e-Health in Italia, e il gruppo di ricerca coordinato da Paola Brusa del Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco dell’Università degli Studi di Torino. Il progetto sarà presentato domani in occasione di un evento online ospitato sulla piattaforma Pharmup. 

L'iniziativa si appoggia alla piattaforma informatica CGM POINT OF CARE che, integrata con i principali software gestionali delle farmacie e sulla base di protocolli validati, è in grado di supportare il professionista in tutti gli ambiti della presa in carico del paziente cronico: dall’esecuzione di analisi di prima istanza alla misurazione dei parametri vitali, dal monitoraggio dell’aderenza terapeutica alle prestazioni di telemedicina, alla somministrazione di questionari di valutazione che aiutano il paziente a tenere traccia dell’andamento della propria malattia e a migliorare la gestione della terapia. 

In Italia oltre il 30% della popolazione soffre di ipertensione arteriosa e un altro 17% presenta valori borderline, cioè a ridosso di quelli patologici. Si tratta di una condizione ampiamente sottovalutata, con oltre 1 persona ipertesa su 4 (il 27%) che non sa di esserlo, mettendo in pericolo la salute del cuore e delle arterie1 . L’ipertensione è infatti uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari (ictus, infarto del miocardio, aneurismi, arteriopatie periferiche), che costituiscono la prima causa di morte in Italia con 240mila decessi ogni anno. Per questo, è fondamentale controllare regolarmente i valori pressori e mantenerli entro i livelli raccomandati attraverso corretti stili di vita salutari e corretta assunzione delle terapie. 

La convenzione tra CGM Italia e il Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco dell’Università di Torino, apre la prima fase del progetto dedicata all’individuazione dei servizi da erogare in farmacia e al settaggio della piattaforma CGM POINT OF CARE, cui seguirà la fase operativa che coinvolgerà le farmacie territoriali del Piemonte nell’implementazione di un percorso di prevenzione, identificazione del sommerso e presa in carico dei pazienti ipertesi. Un approccio virtuoso che coniuga tecnologia, counselling del farmacista e presenza capillare sul territorio per migliorare lo stato di salute dei pazienti, con ricadute positive anche dal punto di vista dei costi delle cure. 

Questa iniziativa si inserisce nel solco tracciato dal PNRR per rilanciare la sanità territoriale e realizzare una presa in carico di prossimità che vede il farmacista al centro del percorso di cura e punto di riferimento per il cittadino. Una visione confermata dai finanziamenti che il PNRR ha destinato al potenziamento delle farmacie rurali, mediante l’acquisizione di dotazioni tecnologiche e informatiche che consentono di aumentare i servizi sanitari erogati ai cittadini e di decentralizzare sempre di più la gestione del paziente cronico sul territorio.

"Il nostro gruppo di ricerca è interessato a proseguire il percorso sulla farmacia di comunità con un nuovo partner che darà alle farmacie la possibiltà di gestire efficacemente la relazione con il paziente cronico - commenta Paola Brusa, Professoressa, Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco, Università degli Studi di Torino. Nella fattispecie abbiamo scelto di indagare sull’ipertensione arteriosa, di fatto molto invalidante e spesso misconosciuta”. 

“Siamo orgogliosi che il Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco dell’Università degli Studi di Torino abbia scelto CGM Italia come partner tecnologico per lo sviluppo di questo importante progetto di ricerca finalizzato a migliorare la gestione di una patologia che interessa milioni di italiani, avvalendosi della professionalità e dell’accessibilità del farmacista e del supporto di un’unica piattaforma integrata per la gestione di tutte le prestazioni erogabili in farmacia - afferma Alessandro Avezza, General Manager di CGM PHARMAONE e Country Manager di CompuGroup Medical Italia. Con questa iniziativa CGM Italia conferma il ruolo di partner strategico del farmacista, affiancandolo nell’offerta di un servizio di prossimità a 360 gradi per il cittadino, in grado di garantire una presa in carico tempestiva, efficace e sostenibile”

Il progetto sarà presentato il 13 settembre alle ore 14:00 sulla piattaforma on line Pharmup. Per iscriversi all’evento clicca qui.

 

Bibliografia 1 ISS. Prevalenza dell’ipertensione arteriosa nella popolazione italiana

CGM ITALIA ACQUISISCE IL 60% DI PHARMAP 

Milano, 28 giugno 2022 - CompuGroup Medical Italia Holding Srl (CGM), la più grande azienda di e-Health in Italia, ha assunto la maggioranza (60%) della società 4K, proprietaria di Pharmap, primo player nazionale nel settore di consegna al domicilio dei farmaci. 
CGM e Pharmap collaboreranno per potenziare l’offerta di pharma home delivery sul territorio nazionale, consentendo a tutte le farmacie d’Italia – non soltanto a quelle che già si avvalgono del supporto informatico e digitale di CGM, che superano le 11.000 unità – di usufruire del servizio di consegna a domicilio, potenziato dalle soluzioni software proprietarie del gruppo.

L’operazione punta al rafforzamento dell’ecosistema delle soluzioni e dei sevizi informatici e digitali dedicati al comparto farmacia, consentendo a CGM di presidiare anche il cosiddetto “ultimo miglio", quello che porta il farmaco nelle case dei cittadini-pazienti, che ha dimostrato la propria importanza strategica durante la pandemia.

Pharmap ha chiuso il 2021 con un volume d’affari superiore ai 10 milioni di euro e negli ultimi 3 anni ha realizzato una crescita di oltre 25 volte in termini di volumi di richieste e di 42 volte in termini di transizioni su tutti i canali (app, web e ordini generati direttamente in farmacia). In virtù dell’intesa, Alessandro Avezza Area Vice President Pharmacy e Country Manager Italia Pharmacy Information Systems CGM Italia, assume il ruolo di Presidente del CdA, mentre Emanuele Mugnani, Managing Director Ambulatory Information Systems Europe CGM Italia e Giuseppe Moretti, Area Vice President Europe, Pharmacy Information System CGM Italia entrano a farne parte in qualità di consiglieri. Al contempo, Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo continuano a ricoprire rispettivamente il ruolo di CEO e di Managing Director. Saranno poi mantenuti team e sedi di Pharmap nelle città di Palermo, Milano, Roma e Bruxelles.

L’operazione è coerente con la visione strategica di CGM di creare un ecosistema di servizi completo e integrato che valorizzi e supporti il ruolo della farmacia territoriale, e che connetta il cittadino-paziente con il medico e la farmacia di fiducia, semplificando l’accesso alle terapie e migliorando gli esiti di salute, coerentemente con gli obiettivi di rafforzamento della Sanità digitale e delle cure domiciliari indicati nella Missione 6 Salute del PNRR. Si tratta quindi di un passo significativo sia verso il nuovo modello di business e di servizio della farmacia digitale, sia verso la digitalizzazione del percorso del paziente, anche grazie al sistema della ricetta dematerializzata, consolidatosi durante la pandemia.

La consegna al domicilio dei farmaci ha affermato il suo valore strategico durante la pandemia confermando l’intuizione di Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo, founder allora under 30 di Pharmap, di intercettare e rispondere al bisogno di due attori dell’ecosistema salute: quello dei consumatori finali, che per malessere o mancanza di tempo non riescono a recarsi in Farmacia, e quello dei farmacisti che, oggi più che mai, hanno l’esigenza di consolidare e ampliare il proprio bacino di clienti attraverso l’offerta di servizi, come la consegna a domicilio, che semplifichino la quotidianità dei propri pazienti. In epoca post-Covid 19, infatti, il 93% delle persone dà ormai per scontato di poter ricevere a casa i prodotti della propria farmacia e più di 1 italiano su 3 si dichiara più fedele ad essa da quando offre la consegna a domicilio. 

“Siamo orgogliosi della chiusura di questa importante operazione attraverso la quale CGM Italia ha investito su 4K per lo sviluppo di Pharmap che rappresenta un caso di eccellenza imprenditoriale italiana con forti opportunità di crescita ed offre competenze essenziali per presidiare l’ultimo miglio, sempre più strategico, a livello nazionale e internazionale” affermano Emanuele Mugnani, Managing Director Ambulatory Information Systems Europe e Alessandro Avezza, Area Vice President Pharmacy e Country Manager Italia Pharmacy Information Systems, CGM Italia. “Questa operazione ci consentirà di rafforzare ulteriormente la nostra posizione di partner strategico della  Farmacia e di tutti i Farmacisti, affiancandoli nell’offerta di un servizio di home delivery efficiente e di qualità per garantire l’accesso alle terapie farmacologiche e la continuità di cura in maniera capillare sul territorio”.

Entrare a far parte di un gruppo multinazionale leader nel settore della sanità elettronica era tra le nostre ambizioni. Sin da sempre abbiamo creduto nell’autofinanziamento della nostra realtà che ci ha permesso di validare il nostro modello di business e concentrare tutte le nostre energie esclusivamente sul nostro prodotto, senza ricorrere a capitali esterni. Adesso, grazie a CGM, con cui condividiamo il costante impegno verso l’innovazione e la volontà di diventare il principale punto di riferimento per la digitalizzazione della Farmacia italiana, siamo pronti a consolidarci anche sul mercato europeo, su cui abbiamo fatto un primo ingresso lo scorso anno.” dichiarano Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo, founder Pharmap

CGM sposa i Campionati Italiani di Atletica Leggera FISDIR.

Molfetta, 30 maggio 2022 - CGM sposa i Campionati Italiani di Atletica Leggera FISDIR che si terranno a Molfetta, presso il “Cozzoli” i prossimi 4 e 5 giugno.

Già partner della società organizzatrice della manifestazione italiana, ASD AllenaMenti Molfetta, CGM sarà sponsor della kermesse italiana che vedrà oltre 350 iscritti per i campionati tricolori.

CGM, acronimo di CompuGroup Medical Italia Group (CGM Italia Group) è parte di CompuGroup Medical SE & Co. KGaA, multinazionale di sanità elettronica, leader a livello mondiale. In Italia fornisce soluzioni software e servizi a 30.000 clienti tra medici delle cure primarie, farmacie, dentisti e medici specialisti, oltre che ad amministrazioni pubbliche, Ospedali/Asl e pazienti. La maggiore distribuzione delle soluzioni sviluppate da CGM Italia Group avviene in Italia ma i suoi prodotti sono personalizzati per essere venduti anche in Malesia, Spagna e Francia.

I software di CompuGroup Medical sono progettati per supportare tutte le attività mediche ed organizzative negli ambulatori medici, laboratori, ospedali e strutture socio-sanitarie.

Con sedi in 19 Nazioni e prodotti in 56 differenti Paesi nel mondo, CompuGroup Medical è la società di sanità elettronica con uno dei più ampi raggi d’azione tra i fornitori di eHealth. Circa 8.000 collaboratori altamente qualificati supportano i clienti con soluzioni innovative per le esigenze in continua crescita del sistema sanitario.

A Molfetta, l’azienda ha sede in via Adriano Olivetti, 10 nel cuore produttivo e industriale della città.

CGM sosterrà l’evento nazionale che si terrà a Molfetta sabato 4 e domenica 5 giugno.

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Pietro Camporeale, presidente ASD AllenaMenti Molfetta: “Una partnership importante: una consolidata realtà del territorio, la cui fama è riconosciuta ad ampio raggio in tutto il mondo sposa il nostro progetto e la manifestazione che ci vedrà protagonisti tra qualche settimana. La macchina organizzativa è già partita, presto ci saranno importanti novità. Sono contento di avere al nostro fianco il supporto e il sostegno di un’azienda leader del proprio settore”.

Floriana De Vivo, delegato FISDIR Puglia: “Molto spesso ricordo quanto è cresciuta la nostra federazione negli ultimi anni. Assegnare il tricolore nella nostra terra è davvero un sogno, avere il sostegno di una grande azienda come CGM è davvero una grande soddisfazione per una piccola federazione come la nostra che, contagiata di grande entusiasmo, sta crescendo sempre più”.

Marco Gasparin, General Manager di CGM Italia S.p.A: "Siamo molto orgogliosi ed entusiasti di sostenere i Campionati Italiani di Atletica Leggera FISDIR che si terranno a Molfetta, città in cui come CGM siamo presenti da diversi anni e che abbiamo voluto supportare per questa importante iniziativa sportiva".

TIZIANO BARBAGALLO È IL NUOVO GENERAL MANAGER DI CGM XDENT

Il cambio ai vertici, annunciato a Expodental Meeting 2022, si accompagna al lancio di importanti novità per CGM XDENT, la multipiattaforma che innova la gestione dello studio mettendo al centro la salute e la qualità dei servizi offerti ai pazienti.

 

RIMINI, 19 maggio 2022 – Tiziano Barbagallo è il nuovo General Manager di CGM XDENT, la divisione di CompuGroup Medical (CGM) Italia specializzata nello sviluppo di soluzioni e tecnologie innovative per il dentista. Il cambio ai vertici, annunciato nel corso di Expodental Meeting 2022, la più grande fiera del settore dentale a livello nazionale ed europeo, si accompagna al lancio della nuova campagna istituzionale di CGM XDENT, che offre soluzioni software, hardware e servizi per consentire al dentista di gestire al meglio le proprie attività all’interno dello studio odontoiatrico, mono e multi-professionale. CGM XDENT incarna perfettamente la vision di CGM di porsi come un partner tecnologico in grado di supportare il professionista a 360 gradi nella gestione delle singole attività quotidiane, attraverso una suite completa di soluzioni e servizi di assistenza pensati per lasciare al dentista il compito più importante: “prendersi cura dei suoi pazienti”. E CGM ha voluto integrare tutto questo nel suo progetto di Patient Journey, che sarà presentato in occasione della fiera.


Tra le altre novità presentate in anteprima a Expodental Meeting 2022, vi è CLICKDOC, la nuova funzione diDental booking’, il servizio di prenotazione online con il doppio vantaggio per il paziente di poter consultare direttamente l’agenda del dentista e prenotare una visita, e per lo studio di digitalizzare e ottimizzare le attività di segreteria, grazie anche all’accesso da remoto al planning giornaliero. I servizi diretti al cittadino si affiancano naturalmente alle soluzioni software customizzate sulle esigenze del professionista per semplificare la gestione degli aspetti organizzativi e burocratici dello studio dentistico, con l’obiettivo di una maggiore attenzione sulla cura del paziente. Un’altra innovazione, questa volta sul fronte hardware, riguarda le nuove telecamere intraorali perfezionate e integrate con il gestionale CGM XDENT, uno strumento sempre più predominante nel mercato odontoiatrico, utilizzato per l’acquisizione di foto e video subito fruibili anche dal paziente e necessarie in sede di terzi pagatori.  
 

"È un grande onore essere alla guida di CGM XDENT ed accompagnarne l’evoluzione per rispondere in maniera sempre più puntuale alle esigenze dei piccoli e grandi studi odontoiatrici italiani. In linea con la visione strategica di CGM che ruota intorno alla centralità del Paziente, CGM XDENT mira a ‘semplificare la vita’ dei professionisti, sgravandoli dalla gestione delle attività più burocratiche e consentendo loro di focalizzarsi sugli aspetti clinici per offrire la migliore cura e assistenza possibile ai pazienti”, dichiara Tiziano Barbagallo , General Manager di CGM XDENT. “La multipiattaforma CGM XDENT, potenziata con soluzioni hardware, software e servizi d’avanguardia, è volta a rendere lo studio dentistico sempre più efficiente e pronto ad accogliere le nuove sfide del mercato. La nostra mission è mettere a disposizione del dentista tecnologie innovative sempre più integrate per garantire un ambiente di lavoro efficiente, mettendo al centro la salute e la qualità della cura offerta ai pazienti”.

EBIT (Gruppo Esaote) e CGM TELEMEDICINE presentano “SUITESTENSA RemoteCare".

Una collaborazione tecnologica che potenzia i sistemi Suitestensa e CGM TELEMEDICINE, creando uno strumento innovativo nel campo della medicina di prossimità che integra servizi di telemonitoraggio, telemedicina e teleassistenza per i pazienti affetti da patologie cardiache.


GENOVA, 19 maggio 2022 – EBIT s.r.l., la società del Gruppo Esaote leader nel settore dell’Information Technology Medicale e CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CGM Italia, specializzata nello sviluppo di soluzioni e tecnologie nell’ambito della telemedicina, presentano - in occasione del 53° Congresso Nazionale dell’Associazione Medici Cardiologi Ospedalieri ANMCO,  a Rimini dal 19 al 21 maggio 2022 -  la nuova piattaforma integrata per la prevenzione, la cura e il monitoraggio da remoto dei pazienti con patologie cardiache.

Grazie alla collaborazione tra CGM Italia e EBIT, lo specialista cardiologo e la sua équipe con un’unica piattaforma - “SUITESTENSA RemoteCare in cooperation with CGM” -  avranno la possibilità di monitorare in maniera efficiente i propri pazienti a distanza, mettendo a loro disposizione soluzioni di assistenza al domicilio.

Un sistema innovativo, che si pone l’obiettivo di snellire gli attuali modelli di gestione, in linea con gli obiettivi del PNRR, garantendo la continuità assistenziale del paziente cronico e in pre e post ospedalizzazione, attraverso una presa in carico di prossimità e integrata con servizi erogati in telemedicina. Questo modello di gestione dell’assistenza in favore delle persone con patologie cardiache si avvale anche di sistemi wearable, come il “CGM HI 3 LEADS ECG” che, in combinazione con smartwatch, consentono di misurare costantemente la frequenza cardiaca mediante elettrocardiogramma (ECG) e segnalare l’eventuale presenza di valori critici.

Questa importante collaborazione tra EBIT e il Gruppo CGM permette di ampliare ulteriormente le funzioni della piattaforma Suitestensa in cardiologia, offrendo al personale sanitario la possibilità di integrare la pratica tradizionale con la telemedicina, riducendo gli accessi agli ambulatori e mantenendo il più possibile il processo di monitoraggio del paziente al domicilio - dichiara Claudio Bedini, Marketing Manager di Ebit.  È anche un’ulteriore conferma della nostra consolidata esperienza nella creazione di soluzioni che possano incrementare l’efficienza dell’assistenza sociosanitaria tradizionale attraverso una piattaforma di telemedicina fortemente integrata con i processi ospedalieri e incentrata sulla storia clinica del paziente”.

“Siamo entusiasti della collaborazione tecnologica messa in campo insieme a EBIT, expertise 100% italiana leader nel nostro Paese, a conferma dell’impegno di CGM nel mettere a disposizione soluzioni digitali e tecnologiche, davvero integrate, in grado di rispondere in maniera concreta alle esigenze dei professionisti sanitari, a tutti i livelli”, dichiara Alberto Pravettoni, General Manager CGM TELEMEDICINE. “L’unione della piattaforma di CGM TELEMEDICINE, nata per semplificare la relazione con i professionisti sanitari, migliorando l’accessibilità e la qualità dell’assistenza da remoto, con Suitestensa ha dato vita a uno strumento innovativo che consentirà alle cardiologie ospedaliere di essere ancora più vicine ai pazienti. La nuova piattaforma è parte di un ecosistema integrato che, grazie alla tecnologia e al digitale, consente di offrire il massimo dell’efficienza allo specialista e di erogare assistenza sanitaria, sempre e ovunque, coerentemente con la nostra visione di Sanità che ruota intorno al Paziente".

CGM ITALIA LANCIA “CLICKDOC”, LA PRIMA APP CHE METTE IN CONNESSIONE PAZIENTI, MEDICI E FARMACISTI 

Presentata a Cosmofarma Exhibition 2022, “CLICKDOC” entra a far parte del sistema integrato di servizi informatici per la farmacia, e conferma l’impegno di CGM nel mettere a disposizione dell’ecosistema sanitario soluzioni digitali accessibili e interoperabili che ruotano intorno al paziente, migliorando al contempo l’attività quotidiana di medici e farmacisti.

 

BOLOGNA, 13 maggio 2022 – CompuGroup Medical (CGM) Italia, azienda leader nelle soluzioni digitali per l’healthcare, lancia “CLICKDOC”, la prima APP in Italia che connette i cittadini-pazienti con i medici e i farmacisti all’interno di un’interfaccia semplice e intuitiva, sviluppata per essere un punto di contatto unico tra il cittadino e il sistema sanitario, facilitando l’accesso,  la diagnosi e la continuità delle cure.

Presentata a Cosmofarma Exhibition 2022, la manifestazione di riferimento per il mondo della farmacia in corso a Bologna, “CLICKDOC” riflette la vocazione di CGM PHARMAONE, la divisione di CGM Italia dedicata al settore farmacie, di accompagnare l’evoluzione del ruolo del farmacista nell’ambito dell’assistenza territoriale, coerentemente con il modello della ‘Farmacia dei servizi’, mettendo a disposizione del professionista un sistema integrato di soluzioni informatiche, digitali e prodotti in grado di supportarlo nella gestione quotidiana della farmacia e di connetterlo con gli altri operatori sanitari. ‘CLICKDOC’ si affianca all’offerta di CGM che risponde alle esigenze di accessibilità e interoperabilità, al centro del nuovo modello di Sanità digitale delineato dal PNRR, e che ruotano intorno al Paziente, come recita il claim della nuova campagna istituzionale “Sogniamo un mondo dove la tecnologia si prende cura delle persone”.

Grazie a “CLICKDOC”, disponibile gratuitamente per sistemi iOS e Android, l’utente ha la possibilità di ricercare le farmacie e gli specialisti di cui ha bisogno, prenotare visite mediche e prestazioni sanitarie, trasmettere la ricetta elettronica ricevuta dal medico direttamente alla farmacia, ed essere informato, mediante un sistema di alert, quando il farmaco è pronto per il ritiro o la consegna a domicilio. La APP si basa sull’integrazione delle diverse funzionalità con i gestionali delle farmacie e i medici in tutta Italia, realizzando una ‘triangolazione’ virtuosa che risponde facilita l’accesso ai percorsi di cura e salute dei cittadini, e risponde alle esigenze organizzative-gestionali dei professionisti sanitari. Ad oggi, “CLICKDOC” conta più di 7 mila farmacie e oltre 1,2 milioni di ricette inviate direttamente dai pazienti alle farmacie: non solo un servizio utile per il cittadino ma anche uno strumento che supporta il professionista per una efficace gestione della farmacia, liberando risorse da dedicare all’assistenza ai pazienti che sempre di più considerano la farmacia come un punto di riferimento competente e facilmente accessibile sul territorio.

Tra le soluzioni presentate a Cosmofarma, pensate per supportare il farmacista nella presa in carico dei pazienti cronici e nell’erogazione delle prestazioni di screening e diagnostiche che caratterizzano la ‘Farmacia dei servizi’, vi è la piattaforma ‘CGM Point of care’ di CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CGM Italia pioniere nello sviluppo di soluzioni e tecnologie di telemedicina. Integrata con il gestionale della farmacia per un più agevole accesso alle informazioni sul paziente, ‘CGM Point of care’ consente al farmacista di erogare servizi di telemedicina quali, ad esempio, l’elettrocardiogramma (ECG) a riposo, l’holter ECG e pressorio, la spirometria, ma anche di effettuare analisi del sangue e delle urine e di monitorare l’aderenza alla terapia. Si tratta di un’area di particolare rilevanza, nella quale CGM ‘CGM Point of care’ si candida a diventare una soluzione ad alto valore aggiunto per potenziare l’assistenza e i servizi sanitari nelle farmacie delle piccole comunità, le cosiddette ‘farmacie rurali sussidiate’, in linea con quanto disposto dal bando di finanziamento previsto dal PNRR.

La partnership strategica di CGM Italia per la realizzazione della ‘Farmacia dei servizi’ non riguarda soltanto la Salute, ma abbraccia anche l’area del Benessere con la piattaforma ‘Prevention suite’, anch’essa integrata con il gestionale della farmacia, che affianca il professionsita nell’esecuzione di molteplici tipologie di checkup in ambito nutrizionale, per la diagnosi di problematiche della cute, della postura o ancora analisi del capello.

“Siamo lieti di presentare “CLICKDOC” e l’intero sistema integrato di soluzioni  offerte al farmacista all’interno della cornice di Cosmofarma Exhibition, che testimoniano il grande valore che da sempre CGM riconosce alla Farmacia nella filiera della salute, ulteriormente rafforzatosi durante la pandemia”, dichiara Alessandro Avezza, General Manager di CGM PHARMAONE e Country Manager Italia. “CLICKDOC”, al pari della piattaforma di telemedicina ‘CGM Point of care’ e delle soluzioni in ambito Wellness, vuole essere uno strumento che facilita l’accesso dei cittadini al percorso di cura, evolvendo dal concetto di luogo della presa in carico esclusivamente fisico verso una sempre maggiore integrazione con l’assistenza a distanza grazie alle soluzioni di telemedicina, coerentemente con il rafforzamento della Sanità digitale e delle cure domiciliari delineato nel PNRR. Questo progetto esprime appieno la nostra volontà di mettere il paziente al centro del Sistema e di facilitare i suoi contatti con i diversi professionisti e snodi del SSN, offrendo un ecosistema di servizi completo e integrato che porti valore a tutti gli stakeholder coinvolti”.

PNRR, INTEROPERABILITÀ E TELEMEDICINA: LE SOLUZIONI DI CGM ITALIA A EXPOSANITÀ 

Annunciato anche il cambio ai vertici di ‘CGM Italia S.p.A.’: Marco Gasparin è il nuovo General Manager della divisione specializzata nello sviluppo di soluzioni integrate per specialisti e medici del territorio.

 

BOLOGNA, 11 maggio 2022 – Interoperabilità e telemedicina per migliorare l’accessibilità e la qualità dell’assistenza, puntando sul territorio e sulla ‘casa come primo luogo di cura’: è questo il cuore della Missione 6 ‘Salute’ del PNRR che vedrà la luce nei prossimi mesi, ed è per rispondere a queste sfide che CompuGroup Medical (CGM) Italia continua a investire per offrire ai Professionisti della salute piattaforme sempre più integrate e interconnesse, sviluppate mettendo al centro i bisogni dei pazienti.

È il caso di ‘CGM STUDIO’, una tra le nuove soluzioni digitali presentate a Exposanità, la manifestazione dedicata al mondo sanitario in corso a Bologna, che è stata, anche, l’occasione per annunciare la nomina di Marco Gasparin a General Manager di CGM Italia S.p.A., la divisione specializzata nello sviluppo di soluzioni integrate per specialisti, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta.

‘CGM STUDIO’ è il primo software gestionale in Cloud per i medici. Nativamente integrato con i servizi di prescrizione dei SSR e il fascicolo sanitario elettronico (FSE), consente al medico di operare su un’unica piattaforma per ottimizzare gli aspetti organizzativi e, quindi, migliorare la gestione clinica dei pazienti cronici all’interno dei percorsi di cura multidisciplinari. Grazie all’interoperabilità, ‘CGM STUDIO’ è collegato ai servizi di “CLICKDOC”, la rivoluzionaria APP di CGM che connette i cittadini-pazienti con medici e farmacisti, consentendo un maggior coinvolgimento del paziente, anche per la prenotazione di visite online.

In linea con le indicazioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con CGM STUDIO, ancora una volta, abbiamo voluto porci quale partner strategico del medico di medicina generale, proponendo una soluzione semplice, intuitiva ed efficace che consente di snellire la gestione dei piani di cura dei pazienti cronici e fragili”, dichiara Marco Gasparin, General Manager di CGM Italia S.p.A.. “Il nostro obiettivo, esplicitato nella nuova campagna istituzionale, è aiutare gli specialisti, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta a prendersi cura - al meglio - dei propri pazienti. Con la nostra soluzione, infatti, il medico potrà coordinarsi con le diverse figure professionali che ruotano attorno alla gestione dei pazienti con comorbidità e in politerapia, e potenziare l’erogazione di servizi domiciliari”.

In quest’ottica si posiziona anche ‘CGM CARE MAP’, la piattaforma innovativa sviluppata da CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CGM Italia specializzata nello sviluppo di soluzioni e tecnologie nell’ambito della telemedicina, per una gestione integrata, modulare e scalabile dei percorsi di cura dei pazienti cronici, incluso il passaggio dal setting ospedaliero alla presa in carico sul territorio. Una soluzione che, grazie ai servizi di telemedicina, consente al medico di essere vicino ai propri pazienti, sempre e ovunque, garantendo continuità assistenziale, telemonitoraggio domiciliare e gestione integrata, che contribuiscono a realizzare migliori esiti di salute e un maggior coinvolgimento del paziente nella gestione della malattia.

“CGM Italia è impegnata ad accompagnare la transizione digitale dell’ecosistema sanitario, mettendo a disposizione dei medici soluzioni innovative in risposta alle esigenze di flessibilità e tempestività della presa in carico delle cronicità e accompagnando il paziente nel percorso di cura”, commenta Alberto Pravettoni, General Manager di CGM TELEMEDICINE. “Sappiamo che oltre il 95% degli utenti è soddisfatto dei servizi di ‘CGM CARE MAP’, a testimonianza di quanto il paziente apprezzi le soluzioni di telemedicina che facilitano il monitoraggio da remoto delle sue condizioni di salute e che danno al medico la possibilità di intervenire tempestivamente nel caso di complicanze, anche per pazienti in post-ospedalizzazione. Tutto ciò è possibile anche grazie all’integrazione della piattaforma con i sistemi digitali indossabili che comunicano al medico real-time i parametri vitali dell’assistito”. 

CGM ITALIA PARTNER DI “AMICI WE CARE 2.0” 
  • Il nuovo progetto di patient advocacy digitale dell’Associazione Amici Onlus si avvale della piattaforma di teleconsulto medico “CLICKDOC” per offrire ai pazienti affetti da malattie infiammatorie croniche intestinali un’assistenza da remoto affidabile e di qualità.
  • La partnership testimonia l’impegno di CGM TELEMEDICINE, la neo divisione del Gruppo CGM Italia specializzata nello sviluppo di soluzioni e tecnologie di telemedicina, nel prendersi cura dei Pazienti, sempre e ovunque.
     

MILANO, 28 aprile 2022 – Si svolgeranno grazie alla piattaforma di CompuGroup Medical Italia (CGM) i teleconsulti che l’associazione di pazienti AMICI Onus offrirà ai propri associati tramite AMICI WE CARE 2.0, il primo progetto di patient advocacy digitale lanciato in Italia da un player del terzo settore. CompuGroup Medical Italia (CGM), la più grande azienda in Italia di e-Health, è infatti partner tecnico di “AMICI WE CARE 2.0”, e collaborerà così nell’offrire servzi assistenziali e informativi ad alto valore aggiunto alle persone affette da malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI). In particolare, AMICI WE CARE 2.0, lanciata ufficialmente oggi nel corso di una conferenza stampa in Senato, si avvale della piattaforma di teleconsulto medico “CLICKDOC” di CGM per consentire ai pazienti di interagire in modo semplice e tempestivo con gli specialisti di cui hanno bisogno, contribuendo a migliorare la gestione della malattia nella quotidianità e l’aderenza al percorso di cura.

“Siamo orgogliosi di essere al fianco di AMICI Onlus in un progetto davvero innovativo, quasi visionario nel terzo settore. AMICI WE CARE 2.0 mette al centro il paziente, con l’obiettivo di semplificare la relazione con i professionisti sanitari, migliorando l’accessibilità e la qualità dell’assistenza da remoto”, dichiara Alberto Pravettoni, General Manager CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CGM Italia specializzata nello sviluppo di soluzioni e tecnologie nell’ambito della telemedicina. “Abbiamo accettato subito di partecipare a questo progetto perché incarna perfettamente la mission di CGM: mettere a disposizione dell’ecosistema sanitario soluzioni tecnologiche che ruotino davvero attorno al paziente, prendendosene cura sempre e ovunque, e che promuovano un concetto di ‘salute partecipata’: con ricadute positive sull’efficacia delle cure e sul lavoro quotidiano dei diversi professionisti coinvolti nella presa in carico".

ALESSANDRO AVEZZA è il nuovo Country Manager di CGM ITALIA
  • Nel suo nuovo ruolo, avrà il compito di consolidare la leadership di CGM nel mercato italiano dei sistemi informatici clinico-sanitari, mettendo a disposizione le esperienze e le competenze del Gruppo per contribuire alla digitalizzazione del Servizio sanitario.
  • Avezza succede a Emanuele Mugnani, che ha assunto l’incarico di Membro del Board per la divisione Sistemi Informativi Ambulatoriali, continuando il percorso di crescita all’interno del Gruppo.
  • Le nuove nomine rientrano nella strategia di rafforzamento manageriale di CGM per promuovere la crescita sostenibile e per far avanzare la trasformazione digitale dell'ecosistema sanitario.

     

MILANO, 21 febbraio 2022 - È Alessandro Avezza il nuovo Country Manager di CompuGroup Medical Italia (CGM), la multinazionale tedesca leader nelle soluzioni digitali per l’healthcare. Avezza raccoglie il testimone di Emanuele Mugnani che, dopo aver ricoperto ruoli di leadership in Italia e a livello internazionale, è stato nominato Membro del Board per la divisione Sistemi Informativi Ambulatoriali (AIS) Europa e Responsabile dei Sistemi Informativi Farmacia (PCS).

Laureato in Economia, sposato e con due figlie, Avezza ha anche conseguito un MBA alla Bologna Business School. Si è dedicato sin dall’inizio della sua carriera ai servizi informatici: prima per i professionisti e le PMI, e poi dal 2017, in CGM, a supporto del business della farmacia. Oltre alla nuova responsabilità di Country Manager Italia, Avezza mantiene infatti il ruolo di Area Vice President per tutti i servizi dedicati al mondo della farmacia, nei quali CGM è leader di mercato, con soluzioni software ampiamente diffuse, come il sistema di gestione avanzata Wingesfar.

“All’apice di un quinquennio dedicato al business della farmacia - dichiara Avezza - è un grande onore poter guidare la filiale italiana di CGM, che è una delle più importanti società di sanità elettronica del mondo. Come leader di settore e come azienda globale, sentiamo davvero la responsabilità di cooperare a una compiuta digitalizzazione dell’intero Servizio sanitario italiano, che nei prossimi mesi dovrà compiere passi decisivi in questo senso, anche grazie ai progetti legati al PNRR. Coerentemente, ritengo che fra i miei principali compiti ci debba essere la massima apertura nel condividere con tutti i nostri partner – ma anche con i decisori istituzionali – l’esperienza del nostro Gruppo nel supporto informatico e digitale alla farmacia, ai poliambulatori, alla medicina generale e alle specialistiche, ma anche agli odontoiatri e ai pazienti: un patrimonio di competenze che fa parte del DNA di CGM e che si nutre di migliaia di progetti declinati su scala internazionale”.

CGM CompuGroup Medical e Satispay insieme per accettare il pagamento dei ticket sanitari nella tua Farmacia.

Milano, 10 maggio 2021 - In Italia, come stabilito dal Decreto Legge “Semplificazione e innovazione digitale”, il 28.02.2021 ha segnato la scadenza ultima entro cui Pubbliche Amministrazioni, Enti pubblici e Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) devono integrare la piattaforma pagoPA, con l’obiettivo di uniformare le modalità di pagamento e di riscossione a livello nazionale.

A tal fine, CompuGroup Medical (CGM), produttore di Wingesfar e uno dei maggiori fornitori di soluzioni di eHealth a livello mondiale, e Satispay, innovativa piattaforma di mobile payment e Prestatore di Servizi di Pagamento accreditati presso l'AGID per la gestione del pagoPA, hanno siglato una stretta collaborazione per consentire la gestione dei ticket sanitari in Farmacia e Parafarmacia.

Nel 2020 in Italia sono stati pagati più di 61.000.000 di ticket sanitari. Dal 01 marzo 2021 questi possono essere regolati solo attraverso lo standard pagoPA. Da oggi, grazie all'innovativa soluzione Connect CGM, sviluppata da Satispay, a partire dal 17 maggio 2021 i cittadini avranno la possibilità di effettuare il pagamento di ticket sanitari per prestazioni specialistiche e ambulatoriali, direttamente in Farmacia, con qualsiasi metodo di pagamento, indipendentemente dal gestionale utilizzato.

Con la nuova soluzione Connect CGM, la Farmacia può accettare il pagamento di ticket sanitari con qualsiasi modalità di pagamento, ossia in contanti, oppure con carte di credito/debito o App digitali, come Satispay. Attivare il servizio per La Farmacia è semplicissimo e non richiede l'obbligo di dispositivi POS, o aprire conti correnti dedicati o fondi prepagati.

"Attraverso la collaborazione di CGM e Satispay, è stata realizzata una soluzione altamente tecnologica, che consentirà ad ogni singola Farmacia di continuare ad essere, anche in questo ambito, il punto di riferimento naturale del territorio per i cittadini che avranno necessità di pagare le prestazioni sanitarie di visite mediche e analisi specialistiche con la nuova modalità PagoPA, senza fare più code presso gli sportelli ambulatoriali o ai CUP. Tutto questo mantenendo i propri POS e accettando tutte le modalità di pagamento" spiega Marco Agosto Senior Business Development Manager di CGM.

Dario Brignone, CTO e co-fouder di Satispay, aggiunge: "Punto di riferimento nell’ultimo anno di pandemia, le Farmacie confermano sempre più la propria spiccata propensione all’innovazione. Poter integrare Connect CGM anche nelle Farmacie ci permette di contribuire a dare ulteriore slancio alla digitalizzazione del Paese amplificando le modalità di pagamento verso la PA e questo è per noi motivo di orgoglio, oltre a rappresentare una nuova leva di crescita per la nostra società. Riteniamo che Connect CGM possa offrire opportunità reali sia alle farmacie che aderiranno, sia al cliente finale che potrà contare su un risparmio di tempo, evitando le attese per il pagamento presso le strutture sanitarie”.

CGM STUDIO: ecco il software di cartella clinica che rivoluzione il lavoro del Medico.

Milano, 19 Aprile 2021 - CompuGroup Medical (CGM), azienda multinazionale leader nella progettazione e commercializzazione di soluzioni informatiche per il settore sanitario, conferma la sua costante attenzione verso le nuove esigenze dei medici con il lancio di CGM STUDIO, una nuova applicazione multipiattaforma dedicata ai medici di medicina generale.

Migliorare la qualità del lavoro dei medici, la soddisfazione degli assistiti e l'efficacia complessiva del Sistema Sanitario Nazionale: è questo lo scopo per cui è nato CGM STUDIO, il nuovo software gestionale di cartella clinica interamente progettato sulle reali esigenze di un professionista della salute. E guidarlo al meglio verso le nuove sfide imposte dalla transizione digitale.

Velocità, semplicità e sicurezza sono le parole d’ordine di questo nuovo prodotto informatico destinato a cambiare in maniera significativa le modalità di fruizione dei servizi offerti con la nuova struttura “all in cloud”. Significa che l’applicazione è completamente web-based: basta avere una connessione internet per accedere al software da qualsiasi postazione pc e tablet, consentendo al medico di avere a disposizione, ovunque e in totale sicurezza, tutti i dati dei suoi pazienti.

CGM STUDIO consente di effettuare tutte le operazioni quotidiane del medico di base: fissare appuntamenti, compilare anamnesi, consultare la cartella clinica, prescrivere un farmaco o una visita specialistica, consultare lo storico delle prescrizioni, redigere un certificato in modo rapido e intuitivo da qualsiasi luogo, anche durante una visita a domicilio.

L’esperienza ultratrentennale derivata dalla progettazione e dal successo di numerosi software di cartella clinica utilizzati da diverse migliaia di medici in tutta Italia, è stata sfruttata nella progettazione di CGM STUDIO che abbina all’affidabilità ormai consolidata, il salto tecnologico del trasferimento sulla nuvola, con grandi vantaggi in termini di semplicità e sicurezza.

Essere totalmente in cloud, infatti, significa da un lato non avere più alcun rischio di perdita o furto di dati, dall’altro di dimenticarsi di quelle “fastidiose” procedure di installazione del programma, sincronizzazione e allineamento dei dati, aggiornamento degli archivi, del prontuario farmaceutico o dei cataloghi delle prestazioni.

Tutti gli aggiornamenti sono infatti automatici e quotidiani, senza nessuna operazione manuale, lasciando al medico il solo compito di occuparsi del suo assistito: "è arrivato finalmente il momento che il medico dismetta i panni del tecnico informatico e recuperi quella funzione di ascolto del paziente che è la centralità assoluta della sua professione", afferma Francesco Di Liscia, General Manager Doctors AIS di CompuGroup Medical Italia.

Perché, come recita la Mission Aziendale, non si tratta di semplice gestione dei dati clinici: nel mondo sono sempre a rischio vite umane e, afferma Frank Gotthardt, Founder di CompuGroup Medical SE & Co. KGaA, "nessuno dovrebbe soffrire o morire solo perché, da qualche parte, mancano delle informazioni mediche".

L'appuntamento di presentazione al pubblico del nuovo prodotto CGM STUDIO è fissato per il 29 Aprile 2021 e avverrà, per ovvie ragioni, in modalità digitale.

Ulteriori dettagli per l'iscrizione ed il collegamento all'evento webinar saranno disponibili direttamente sulla pagina ufficiale: www.cgmstudio.it

La piattaforma CLICKDOC a disposizione delle Farmacie italiane per la prenotazione dei vaccini COVID e degli altri servizi sanitari.

Milano, 31 marzo 2021 - Il recente accordo quadro tra il Ministero della Salute, le regioni e le organizzazioni sindacali ha permesso l’avvio delle vaccinazioni COVID nelle farmacie Italiane. L’accordo prevede uno specifico percorso di formazione abilitante per il farmacista e specifici protocolli operativi. CompuGroup Medical, mette a disposizione di tutte le Farmacie italiane la consolidata piattaforma di prenotazione CLICKDOC.

Oltre che un obbligo previsto dalle norme, la prenotazione delle vaccinazioni da parte dei cittadini garantisce un flusso ordinato e regolare in Farmacia, evitando assembramenti. Grazie ad una piattaforma software, è inoltre possibile rispettare le regole previste per l’individuazione della popolazione target e il rispetto dei criteri di priorità (es: fasce d’età).

CompuGroup Medical ha realizzato la suite CLICKDOC che mette gratuitamente a disposizione di tutte le farmacie italiane come supporto per la gestione della fase critica della campagna vaccinale COVID.

Lo strumento CLICKDOC permette di organizzare un planning strutturato, impostando stanze, servizi e disponibilità. Già ampiamente utilizzato da altri professionisti sanitari come Medici di medicina generale, Pediatri di libera scelta, dentisti e specialisti, la piattaforma orientata alle Farmacie presenta una serie di benefici:

  • raccolta delle prenotazioni al banco o telefonicamente,
  • possibilità di interfacciare la soluzione alla pagina Internet della farmacia,
  • portale pubblico a disposizione del cittadino per la scelta della farmacia presso la quale vaccinarsi e dell’orario più consono, compatibilmente con le disponibilità.

Ulteriori vantaggi riguardano la personalizzazione degli orari del servizio e delle modalità di accesso e la possibilità di interagire con tutti i software gestionali per un’agevole gestione delle anagrafiche. Specifiche integrazioni e facilitazioni nell’utilizzo sono previste per gli utilizzatori di WINGESFAR, il principale software di gestione Farmacia in Italia, sempre sviluppato da CompuGroup Medical.

Il software potrà comunque essere utilizzato per gestire prenotazioni di altri servizi in Farmacia oltre che essere di supporto in caso di adozione delle piattaforme ufficiali di vaccinazione, non sempre di facile utilizzo.

CompuGroup Medical e NOWEDA intendono digitalizzare completamente il percorso del paziente (patient journey) tramite CLICKDOC e IhreApotheken.de, nell'ambito del "Patto per la Farmacia del Futuro".

Milano, 19 Ottobre 2020 - In Germania i pazienti potranno presto organizzare online la maggior parte di una tipica visita dal medico e dalla farmacia: CLICKDOC consente già di trovare online l'ambulatorio medico giusto, di fissare un appuntamento e di partecipare a un video consulto. In futuro CLICKDOC consentirà, nell'ambito del quadro giuridico, anche di ordinare i farmaci dalle farmacie del territorio.

A tal fine, CompuGroup Medical (CGM), produttore di CLICKDOC e uno dei maggiori fornitori di soluzioni di eHealth a livello mondiale, e NOWEDA, proprietario del portale online IhreApotheken.de - in breve ia.de -, nell'ambito del "Patto per la Farmacia del Futuro", stanno progettando una collaborazione aperta anche ad altri potenziali partner. ia.de fa parte del "Patto per la Farmacia del Futuro", un'iniziativa congiunta di NOWEDA e Hubert Burda Media , Pharma Privat e Apostore .

L'obiettivo è un ecosistema sanitario aperto e connesso, che colleghi la forza dell'offerta sanitaria omnicomprensiva e le opportunità della digitalizzazione, al fine di rendere il "patient journey" più sicuro, semplice e veloce possibile, sia per i pazienti che per i consumatori generici.

Grazie a questa collaborazione, sarà possibile ordinare farmaci e utilizzare le prescrizioni nella farmacia selezionata tramite l'app CLICKDOC. L'ordine può essere ritirato in farmacia entro poche ore. Se la farmacia offre un servizio di corriere, l'ordine può - rapidamente e comodamente - essere consegnato a casa lo stesso giorno. Con circa 7.000 farmacie partecipanti, ia.de è la prima e la più grande piattaforma di preordini per farmacie che copre la Germania in modo completo.

"Attraverso questa cooperazione consentiamo alle farmacie di avere un'ampia presenza digitale, che non solo si traduce in procedure notevolmente semplificate, ma porta anche a un livello completamente nuovo il servizio clienti. Si tratta quindi di un passo significativo in termini di digitalizzazione del percorso del paziente. I pazienti a breve non avranno bisogno di portare moduli cartacei dallo studio in farmacia, né di inserire ripetutamente i loro dati per vari servizi. Stiamo infatti offrendo così al paziente un viaggio digitale comodo e sicuro, sia per il trattamento ambulatoriale sia per la fornitura di farmaci, compreso l'utilizzo delle prescrizioni e la consegna facoltativa da parte del servizio di corriere della farmacia scelta, senza interruzioni dei media", spiega il dottor Ralph Körfgen, amministratore delegato Ambulatory & Pharmacy Information Systems presso CGM.

Il Dr. Michael Kuck, Presidente di NOWEDA , aggiunge: "Stiamo sfruttando congiuntamente le opportunità fornite dalla digitalizzazione dell'assistenza sanitaria. Insieme ai nostri solidi partner, abbiamo intenzione di fornire, con un accordo futuro, un'offerta con e per gli attori dell'assistenza sanitaria, che soddisfi le esigenze degli utenti e dei pazienti, sia sul territorio che online, nel miglior modo possibile e che rafforzi ulteriormente e garantisca la fornitura completa di farmaci, da parte delle farmacie del territorio". La collaborazione amplia la gamma di servizi che le farmacie del territorio offrono, cioè una fornitura di assistenza sanitaria anche tramite il canale aggiuntivo di distribuzione online. Per fare ciò, i processi già realizzati su ia.de verranno integrati in CLICKDOC, lato cliente.

Scarica il comunicato [0,2 MB, PDF]

Nasce PharmUP, la community dei farmacisti italiani

Milano, 15 Settembre 2020 - Dopo un anno impegnativo per i farmacisti italiani, CompuGroup Medical (CGM) lancia un progetto ambizioso: una community online esclusiva a loro dedicata, con l'obiettivo di supportare e promuovere la digitalizzazione dei servizi e riqualificare il ruolo sociale dei farmacisti.

 

Nello scenario attuale, in cui tutti gli esercizi commerciali hanno dovuto ripensare le modalità di interazione con il cliente, appoggiandosi a nuovi mezzi di comunicazione digitale per mantenere viva la propria dimensione sociale e di business, le farmacie si trovano di fronte ad una sfida senza precedenti.

Come costruire un modello di business vincente, in grado di far fronte ai nuovi cambiamenti del mercato e di rispondere alle esigenze della nuova clientela?

CompuGroup Medical (CGM), uno dei leader europei nel settore della sanità elettronica e principale player del mercato dei software gestionali per farmacie, si mette alla prova con un progetto digital di community che si preannuncia importante e ambizioso, con l’obiettivo di fornire una risposta concreta e puntuale alle nuove esigenze del farmacista.

CGM annuncia infatti il lancio di PharmUP (https://www.pharm-up.eu), la prima business community italiana dedicata ai farmacisti e ai professionisti del settore. Si tratta di una piattaforma digitale pensata per accompagnare tutti i farmacisti - siano essi titolari, direttori o collaboratori - nel percorso di crescita verso la farmacia digitale , il nuovo modello di business e di servizio in cui si è trasformata la realtà della farmacia negli ultimi anni.

PharmUp mette a disposizione dei suoi utenti un pool di contenuti formativi e informativi che trattano diverse tematiche legate al settore farmaceutico: update sull’attualità, interviste a colleghi e personalità rilevanti, video e articoli dedicati alla gestione del business e del cliente. In questo ecosistema i prodotti CGM vengono presentati come strumenti abilitanti per i farmacisti , progettati per accompagnarli nel processo di digitalizzazione e innovazione.

La community non è dedicata ai soli clienti CGM, ma vuole essere uno strumento di crescita aperto a tutti, e si pone come obiettivo la creazione di una rete di scambio e di condivisione tra i farmacisti per favorire la comunicazione e la circolazione di “buone pratiche”.

Questi concetti assumono particolare rilevanza nello scenario attuale, in cui tutti gli esercizi commerciali hanno dovuto ripensare le modalità di interazione con il cliente, appoggiandosi a nuovi mezzi di comunicazione digitale per mantenere viva la propria dimensione sociale e di business.

Upgrade your Pharmacy è il nostro motto, il nostro obiettivo e il nostro programma concreto: lavorare insieme attraverso PharmUp per fare un salto in avanti, uno step verso un nuovo livello di qualità del servizio, dell’organizzazione del business e della relazione con il Cliente.” – riferisce Emanuele Mugnani , Senior Vice President Pharmacy Information System Europe & Country Manager Italy.

CGM ha, infatti, da sempre dato grande importanza all’informatizzazione della sanità e implementa soluzioni software e hardware progettate sulla base delle esigenze dei propri clienti. PharmUp è quindi uno strumento in più per rispondere a questi bisogni e fornire le linee guida per la creazione di un modello di business di successo all’interno di un mercato soggetto a importanti trasformazioni.

Presto la community offrirà nuove funzionalità: alla dimensione in-formativa e a quella social se ne affiancheranno altre, in primis un’area “premium ” che offrirà tool gestionali avanzati e contenuti formativi di approfondimento realizzati su misura per le farmacie che sceglieranno di usufruirne.

Ed solo l’inizio: una volta testata in Italia, la community acquisirà un respiro europeo, per approdare rapidamente anche negli altri paesi, come Germania e Spagna , dove CGM possiede significative quote di mercato.

Per realizzare PharmUp, CGM ha scelto come digital partner Logotel , independent design company leader sul mercato italiano nel settore delle business community, che ha accettato la sfida con grande entusiasmo. Forte dell’esperienza maturata con progetti internazionali di successo realizzati in collaborazione con realtà quali PSA, Costa Crociere e Swarovski, Logotel si occuperà di fornire l’infrastruttura tecnologica , ma soprattutto della co-progettazione e della co-creazione dei servizi presenti in community e del palinsesto editoriale , realizzando i contenuti che hanno un focus specifico sulla formazione dei farmacisti per accompagnarli nello scatto di qualità e nelle acquisizione di nuove skill fondamentali per il completamento della loro figura professionale.

Le nostre business community si sono rivelate uno strumento potentissimo per gestire questa fase di Ne(x)t Working, come l’abbiamo chiamata in Logotel. Durante il lock down e oltre hanno garantito la comunicazione e un senso di “vicinanza” tra centro e periferia delle aziende. Siamo stati felicissimi di essere stati scelti da CGM per replicare il nostro modello di servizio e adattarlo a al mondo del farmaco e delle farmacie” – spiega Nicola Favini Direttore Generale di Logotel.

Per accedere al portale PharmUP : www.pharm-up.eu

RICETTAinFARMACIA, il nuovo servizio di CompuGroup Medical (CGM) che permette ai cittadini di inviare le ricette mediche direttamente alla loro Farmacia.

Milano, 20 Aprile 2020 - Un’efficace WebApp, già integrata con WINGESFAR (il più diffuso software gestionale per farmacisti) e con i software CGM per i medici di medicina generale e pediatri, è da oggi disponibile gratuitamente per tutti i cittadini. Si semplifica così il processo di richiesta dei farmaci, che può anche concludersi con la consegna al domicilio del paziente, evitando file, assembramenti e spostamenti.

L'emergenza Coronavirus ha accelerato il processo di dematerializzazione delle ricette, ciascuna regione sta attivando modalità diverse, che spesso richiedono maggiore attività da parte dei Farmacisti e prevedono processi complessi.

CompuGroup Medical , che dall'inizio della crisi ha attivato azioni e soluzioni per supportare le Farmacie in questa fase delicata, ha ora realizzato una WebApp che tutti i Farmacisti possono mettere a disposizione dei propri clienti. RICETTAinFARMACIA è già integrata con WINGESFAR , il software gestionale di CGM più diffuso in Italia e con tutti i software CGM di Cartella Clinica, PROFIM, FPF, VENERE, PHRONESIS, CCBASIC, DFD e INFANTIA, ampiamente utilizzati da Medici di Medicina Generale e Pediatri.

La WebApp è aperta per l'integrazione con tutti gli altri sistemi Gestionali di Farmacia e gli altri software di Cartella Clinica.

La WebApp RICETTAinFARMACIA consente ai farmacisti di velocizzare l'operatività al banco, ricevere un alert quando i pazienti inviano la ricetta non costringendoli a dover leggere l'NRE (Numero Ricetta Elettronica) e/o il Codice Fiscale dagli smartphone dei clienti.

Il cittadino, che ha ricevuto l'NRE della prescrizione elettronica dal medico, attraverso RICETTAinFARMACIA lo comunica direttamente alla farmacia di riferimento, tramite lo smartphone il tablet o il PC; essendo una WebApp (www.ricettainfarmacia.it), è immediatamente fruibile dal cittadino senza richiedere nessun tipo di installazione né di registrazione.

La farmacia riceverà automaticamente sul proprio Sistema Gestionale tutti gli NRE e Codici Fiscali a lei inviati.

Grazie a RICETTAinFARMACIA le Farmacie potranno consegnare più velocemente i farmaci prescritti, ridurre le code al banco e la presenza delle persone in Farmacia, attivare servizi di consegna a domicilio ove presenti, evitare i pericoli di contagio che derivano dal contatto diretto coi telefoni cellulari o altri dispositivi dei clienti.” – afferma Emanuele Mugnani , Senior Vice President Pharmacy Information Systems Europe.

Per l'adesione al servizio i farmacisti dovranno fare riferimento alla propria software house. Per gli utenti del software WINGESFAR , l’adesione può essere effettuata direttamente tramite un pulsante presente all’interno del gestionale stesso.

 

L'applicazione è gratuitamente messa a disposizione di tutti cittadini e fruibile su ricettainfarmacia.it

Ulteriori informazioni sul funzionamento su: compugroupmedical.it/mktg/ricettainfarmacia/

CORONAVIRUS: CompuGroup Medical, a supporto dell’attuale situazione, offre gratuitamente a medici e altri operatori sanitari l'avanzata tecnologia di CLICKDOC Teleconsulto.

Milano, 05 Marzo 2020 - CompuGroup Medical (CGM), multinazionale specializzata in soluzioni software per la sanità, si è resa disponibile a fornire a tutti i Medici e più in generale a tutto il Personale Sanitario (farmacisti, dentisti etc.), la sua innovativa soluzione digitale di video-comunicazione denominata CLICKDOC Teleconsulto, contribuendo così a ridurre gli spostamenti che in questa particolare situazione rappresentano una criticità non trascurabile.

In riferimento all’emergenza sanitaria generata dalla rapida diffusione del nuovo virus COVID-19 popolarmente noto come “Coronavirus ”, e per supportare le disposizioni contenute nel decreto legge del 23 febbraio 2020 denominato «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019», CGM si propone di fornire ad uso gratuito – durante i tempi di gestione della crisi – una soluzione che potrebbe dimostrarsi estremamente efficace nel contrasto alla diffusione del Virus, nonché di importante supporto al sistema di assistenza sanitaria di primo livello.

Il software è capace di mettere in contatto tramite Teleconsulto i pazienti con il proprio medico o altro personale sanitario, previa autorizzazione da parte dello stesso, con l’invio di un semplice link e ID via e-mail al paziente. La soluzione, estremamente semplice ed efficace, è già pronta per essere utilizzata subito tramite smartphone, laptop o PC e non necessita di alcun download o installazione.

Il medico pertanto potrà così continuare ad “incontrare“ i suoi pazienti via WEB ed evitare, quando possibile, tutti gli spostamenti che in questa particolare situazione rappresentano una criticità non trascurabile.

"Tale soluzione digitale può contribuire a preservare l'importante relazione medico-paziente (mai come in questo caso minata da evidenti ed oggettivi fattori esterni) e salvaguardare anche la continuità assistenziale rispetto alle patologie croniche ed al loro necessario monitoraggio. La tecnologia può aiutare la Sanità a fronteggiare queste emergenze e noi di CGM, responsabilmente, ci siamo" - afferma Emanuele Mugnani, Country Manager Italia di CGM.

La fornitura di CLICKDOC Teleconsulto è del tutto gratuita e la data di scadenza di fruizione verrà comunicata successivamente e in relazione alla evoluzione dell'emergenza in corso. Sarà cura di CGM, con i suoi molteplici canali, attivare e formare gli Operatori Sanitari all'utilizzo del servizio.

Per maggiori info Clicca qui 

CompuGroup Medical SE acquisisce la società italiana H&S Qualità nel Software SpA.

Milano, 8 Gennaio 2020 - CompuGroup Medical SE (CGM), una delle principali società di eHealth in tutto il mondo, ha concluso il 2 gennaio 2020 un'operazione per acquisire il 100% di H&S Qualità nel Software SpA. Con questa acquisizione CGM espande il proprio portafoglio, con potenti e moderne soluzioni di telemedicina e servizi ICT, per i fornitori di assistenza sanitaria e sociale.

CompuGroup Medical ha acquisito il 100% delle azioni di H&S Qualità nel Software SpA, con sede a Piacenza, Italia. Il precedente socio e il team restano attivi nel gruppo CGM, per sviluppare ulteriormente ed espandere le soluzioni e il potenziale dell'azienda.

H&S è specializzata in telemedicina, telemonitoraggio dei pazienti e Ambient Assisted Living (AAL) per anziani, con soluzioni chiavi in mano che supportano professionisti sanitari pubblici e privati nel fornire i migliori servizi medici e di assistenza, ottimizzando processi e costi. La società offre inoltre progetti personalizzati e gestisce i sistemi informativi per i principali erogatori di assistenza domiciliare in Italia.

"I prodotti di H&S costituiranno un prezioso complemento del nostro attuale portafoglio di prodotti per i mercati degli erogatori di assistenza sanitaria e sociale", afferma Hannes Reichl - Membro del consiglio di amministrazione Clinical & Social Care di CGM. "I clienti trarranno notevoli vantaggi dalle ulteriori possibilità offerte dalla telemedicina, dal telemonitoraggio e AAL”, aggiunge Reichl.

Con questa acquisizione, CGM rafforza il suo team nel mercato italiano e apre nuove opportunità strategiche per sincronizzare gli erogatori di servizi sanitari e i fruitori dei servizi di assistenza.

CGM ha acquisito H&S dopo la scissione delle sue attività non legate alla sanità. Nel 2018, il settore sanitario di H&S ha registrato ricavi per circa 2,9 milioni di Euro con un EBITDA di circa 0,8 milioni di Euro.

COVID-19: CompuGroup Medical fornisce il telemonitoraggio per sostenere gli ospedali.

Milano, 31 Marzo 2020 - I pazienti COVID-19 che rimangono in quarantena a casa dopo un trattamento ospedaliero possono essere ulteriormente curati monitorando i loro parametri vitali. Per altri pazienti, il ricovero può essere ridotto o anche completamente evitato. Ciò è garantito da un sistema di telemonitoraggio che CompuGroup Medical (CGM) sta attualmente introducendo in Italia tramite la società recentemente acquisita H&S Qualità nel Software SpA.

H&S ha oltre 20 anni di esperienza in questo segmento e già diversi ospedali italiani come utenti. Si prevede successivamente di implementare il sistema in altri Paesi Europei. La “H&S Health Platform ”, parte di un intero sistema di monitoraggio, consente di registrare i parametri vitali in modalità wireless, trasmetterli ai professionisti e avvisarli immediatamente in caso di emergenza. Il software è un dispositivo medico certificato, in uso da molti anni.

L'opportunità di monitoraggio remoto e quindi di evitare il ricovero in ospedale di pazienti infetti ma non in uno stato critico, libera più letti ospedalieri per i pazienti con un decorso particolarmente grave della malattia", dice Hannes Reichl, Board Member Clinical & Social Care di CompuGroup Medical. "Questo è il motivo per cui CGM ha potenziato le soluzioni di telemonitoraggio, all’interno della famiglia di prodotti CGM SMART HOME."

I pazienti utilizzano l’applicazione “H&S Health Platform ” con uno smartphone abilitato a Internet. Un pulsossimetro misura regolarmente il battito cardiaco e la saturazione di ossigeno. Se lo si desidera, è possible aggiungere un monitor per la pressione arteriosa per avere dati clinici aggiuntivi. I dispositivi trasmettono le loro misurazioni allo smartphone tramite Bluetooth e da lì all'ospedale o allo studio medico. I pazienti possono inserire manualmente ulteriori dati tramite l'app. Se necessario, l'app ricorda al paziente di eseguire le misurazioni.

Tramite una piattaforma web, il medico può rilevare i parametri dei suoi pazienti in tempo reale, nonché impostare la frequenza di misurazione, quali parametri monitorare e i valori di soglia. Se i valori misurati sono al di fuori di queste soglie, il sistema invia immediatamente un avviso all’ospedale o al medico curante indicati. CGM ha avviato, inoltre, una soluzione di teleconsulto che consente la comunicazione video tra medico e paziente. Ciò aiuta anche a proteggere la salute del personale medico e di altri pazienti, riducendo il contatto diretto con i pazienti infetti.

"In questa crisi stiamo sperimentando quanto la telemedicina stia diventando un pilastro importante dell'assistenza sanitaria," commenta Frank Gotthardt, Presidente del Consiglio di Amministrazione e CEO di CompuGroup Medical SE. "Il telemonitoraggio aiuta a proteggere gli operatori sanitari, li allevia nel loro importante lavoro e risparmia risorse salvavita, urgentemente necessarie per i pazienti che si trovano in ospedale e in pericolo di morte".

Emanuele Mugnani, Country Manager Italia di CGM dichiara "Abbiamo recentemente consegnato alcune piattaforme di telemonitoraggio alla AUSL in Piacenza, l’ospedale Luigi Sacco di Milano e l’ASL del Sud Tirolo e possiamo affermare che la soluzione ha registrato un grande entusiasmo. Inoltre il sistema è integrato con i software di cartella clinica in uso presso i Medici di Medicina Generale, al fine di gestire la presa in carico".

Giorgio Orsi, Direttore Ingegneria Clinica e Sistema Informativo dell’Ospedale Sacco di Milano , conferma: “la piattaforma e i kit per il telemonitoraggio dei pazienti sono sicuramente un ottimo ausilio, completo e di facile utilizzo ed avvio, che consentirà di ricevere e analizzare informazioni raccolte direttamente dal paziente anche in autonomia e presso il proprio domicilio”.

Ulteriori informazioni su H&S Health Platform sono disponibili cliccando qui o telefonando al +39 0523 603311

OLTRE L’EMERGENZA: Ecco i numeri del boom della medicina digitale. Medici, farmacisti e pazienti pronti a una svolta strutturale nella Sanità.

Milano, 18 Giugno 2020 - Più di 4mila professionisti attivatisi nel teleconsulto, quasi un terzo delle farmacie italiane attrezzatesi con un servizio di ricezione ricetta digitale, esperienze di successo di telemonitoraggio in Asl e ospedali: le cifre di CGM, leader mondiale della Medical Information Technology, sulla risposta digitale in Italia all’emergenza Covid-19. La posizione degli esperti, la disponibilità degli operatori, l’alto interesse dei pazienti. Il pregresso dell’indagine nazionale pre-Covid sulla cronicità, la domanda prioritaria di assistenza a distanza, per un cambio paradigmatico dell’attenzione al paziente.

Poter dialogare sempre col medico e il farmacista, accedere facilmente a un consulto o a un farmaco, monitorare adeguatamente la situazione del paziente a domicilio. La variabile di una comunicazione tempestiva e di un’attenzione personalizzata “subito”; “prima” che sia tardi, non solo è stata al cuore delle migliori pratiche internazionali di risposta al coronavirus, ma è inoltre caposaldo di un cambio paradigmatico agognato da tempo da tutti gli attori del sistema, nell’orizzonte di un’effettiva “sanità territoriale”.

CompuGroup Medical (CGM) divulga ora i numeri di un fenomeno quasi insussistente in Italia prima dell’emergenza. In poche settimane:

  • Oltre 4mila (più di 80mila a livello mondiale) medici, farmacisti, dentisti, psicologi e altri operatori hanno utilizzato una piattaforma di teleconsulto (“Clickdoc”), fornita gratuitamente durante l’emergenza per alimentare la relazione medico-paziente, salvaguardare la continuità assistenziale, con particolare riferimento alla cronicità
  • Oltre 5.300 farmacie hanno già aderito a ricettainfarmacia.it, sistema che, fornito anch’esso gratuitamente, permette al paziente l’invio della ricetta elettronica (NRE) direttamente alla sua farmacia, così da ridurre spostamenti e file e ricevere i medicinali anche a domicilio.
  • Sperimentazione positiva del telemonitoraggio (quali l’AUSL Piacenza, ospedale Luigi Sacco di Milano, ASL del Sud Tirolo), che permette di tenere sotto controllo le condizioni del paziente da casa. “Un ottimo ausilio, completo e di facile utilizzo ed avvio, che consentirà di ricevere e analizzare informazioni raccolte direttamente dal paziente”, commenta Giorgio Orsi, Direttore Ingegneria Clinica e Sistema Informativo dell’Ospedale Sacco.

“Il distanziamento sociale ha spinto all’utilizzo delle tecnologie digitali per abbattere le distanze e avvicinare le persone, ed è stato anche occasione per alleggerire alcune forme di burocrazia che rallentavano i processi”, nota Emanuele Mugnani, Country Manager CGM per l’Italia, e Senior Vice President del Pharmacy Information System Europe, riferendo tra l’altro di “farmacie che ricevono anche 400 ricette/settimana”, e ricordando l’imperativo di “assicurare il totale rispetto della privacy e della protezione dei dati” – tema fondamentale, a tutela di operatori sanitari e pazienti, su cui va professionalmente costruito il sistema evitando scorciatoie e “fai-da-te”.

“L’uso di strumenti digitali per sostenere un’efficace risposta della sanità pubblica è rilevante durante l’emergenza Covid-19 e lo sarà soprattutto in futuro”, hanno ricordato nei giorni scorsi in una nota congiunta l’European Public Health Alliance (EPHA) e l’European Public Health Association (EUPHA). “Il futuro per i pazienti cronici è adesso e gli strumenti ideali per affrontarlo sono la salute e le cure digitali”, dichiara l’angiologo Sergio Pillon, esperto della Digital Health presso l’EPHA e l’Istituto Superiore di Sanità, lanciando un appello “ai politici, i medici ed i pazienti a riconoscere il momento per concretizzare una sanità a distanza che sappia raggiungere i pazienti, in particolare i profili fragili e cronici”.

Concetti analoghi sono perorati, con particolare riferimento ai “pazienti ordinari, che hanno subito la sospensione delle attività ambulatoriali” nel recente “Instant Report Covid-19” dall’Altems, Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, che sottolinea tra l’altro, nell’esaminare l’insieme dei “modelli organizzativi di risposta al Covid-19”, l’altissimo livello espresso dai pazienti alle prestazioni di telemedicina.

E sono proprio i pazienti a ricordare il problema “di aver dovuto interrompere le cure a causa della pandemia”, e ad agognare “lo sviluppo di una rete di sostegno sanitaria, assistenziale, sociale”. Parola di Antonella Celano, presidente dell’Associazione nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare (Apmarr), che in un webinar sulla cronicità che ha coinvolto i vertici sanitari e parlamentari ha convenuto che “la telemedicina è uno strumento innovativo che potrebbe aiutarci a superare tutti questi bisogni insoddisfatti di salute e cura”.

 

IL PREGRESSO: L’INDAGINE NAZIONALE SULLA GESTIONE DELLA CRONICITÀ

Di particolare interesse è il “tagliando” sul “Piano Nazionale della Cronicità” effettuato da fablab, unità strategica di CGM e protagonista italiana dell’innovazione multicanale nella Sanità, subito prima – si noti - dell’emergenza-coronavirus, interloquendo e confrontando i dati raccolti presso circa 1500 stakeholders, equamente ripartiti tra medici, a farmacisti e pazienti.

Lo studio fa emergere parecchie criticità, dal nodo dell’aderenza terapeutica ai limiti di fiducia degli operatori sanitari, salvo sottolineare la posizione chiave del farmacista, emerso relativamente in linea con le valutazioni dei pazienti. “Questo conferma che il farmacista di comunità può collaborare con il medico curante nella gestione delle patologie croniche, ognuno per le sue competenze, senza invasioni di campo e mettendo al centro il paziente”, commenta Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), ricordando il “modello di farmacia di servizi avviato quest’anno”.

Ma a emergere è anche la domanda prioritaria da parte dei pazienti (e meno riconosciuta dagli altri attori del sistema sanitario), di servizi di teleconsulto, informazione e monitoraggio digitale, esigenza che supera perfino quella del “medico a casa”, e che chiama a un’effettiva sinergia tra medici, farmacisti e pazienti. “E' esattamente quel che chiediamo da anni, per una vera presa in carico, che resta senza risposta”, commenta Alessandro Cossu, portavoce della principale rete associativa italiana di pazienti, Cittadinanzattiva, che cita a esempio proprio l’ehealth. “Con la telemedicina - spiega - è tra l’altro possibile l'integrazione medico-infermieristica dell'assistenza a domicilio”.

 

Link suggeriti, fonti recenti:

 

Nel lockdown il boom della telemedicina. Da tempo agognata, specie dai pazienti [Servizio audio / radio intervista]

Il rapporto fablab sulla cronicità in Italia

Il comunicato EPHA-EUPHA sulla sanità digitale

Il rapporto Altems sulla risposta organizzativa al Covid-19 in Italia

Il webinar istituzionale Apmarr sulla “cronicità sospesa”

Il rapporto Federprivacy nel contesto dell’emergenza Covid

Le citate piattaforme CGM:

H&S Telemonitoring

Ricetta in Farmacia

CLICKDOC Teleconsulto

Malattie rare, l’intesa tra OMaR e CGM: per l’empowerment del medico.

Milano, 19 Settembre 2019 - Le nuove tecnologie digitali a supporto dei medici di base e pediatri, anche sui contenuti. L’informazione sulle malattie rare approda in Italia sul software per la gestione delle cartelle cliniche. Grazie all’intesa tra la principale agenzia giornalistica europea del settore e il leader globale della Medical Information Technology.

Fornire contenuti scientifici di valore al medico attraverso i nuovi software che già potenziano e semplificano il suo lavoro quotidiano, intercettando la domanda di un’informazione accurata, tempestiva e mirata. Con un focus sul terreno strategico, complesso e delicato delle patologie rare. È obiettivo della partnership avviata in questi giorni tra l’Osservatorio Malattie Rare (OMaR) e Fablab, unità strategica di CompuGroup Medical (CGM), leader globale della Medical Information Technology.

OMaR è la prima e unica agenzia giornalistica italiana ed europea del settore, e interlocutore-chiave di tutti i soggetti coinvolti, dalle istituzioni ai pazienti. “La qualità dell’informazione è tassello fondamentale di ogni sforzo a loro sostegno, ma anch’essa ha bisogno di aggiornarsi”, ricorda il direttore responsabile Ilaria Ciancaleoni Bartoli, che vede in questa operazione un “enorme salto, di qualità e quantità: potersi selettivamente calibrare e indirizzare alle singole categorie, com’è qui per i medici, costituisce un’inedita risorsa di supporto, a beneficio dei loro assistiti”.

Fablab, specializzata nell’innovazione multicanale e nella comunicazione nell’healthcare, lavora tra l’altro, grazie a CGM, su canali esclusivi che raggiungono specificamente i vari target. In questo caso, si tratta degli oltre 15mila Medici di Medicina Generale e Pediatri che già utilizzano i gestionali CGM, orientati a semplificarne l’intera gestione, clinica, amministrativa, fiscale, strategica. “L’avvento del digitale ha già agevolato il lavoro del medico – spiega Piero Conte, General Manager – e potrebbe rivoluzionare ed efficientare l’intera macchina del Servizio Sanitario”. Il “salto” è ora nel fatto che gli stessi software diventano anche veicolo di contenuti e aggiornamento, il che chiama tra l’altro alla massima responsabilità deontologica il mondo dell’informazione: “Dev’essere scientifica, attendibile, certificata”, spiega Conte.

Il canale è il “Magazine d’Informazione Medica” (MIM), testata giornalistica registrata. Rivolta esclusivamente a Mmg e Pediatri, è appunto integrata nel loro gestionale, sicché appare automaticamente all’avvio dello stesso. Già attiva da qualche mese, fornisce contenuti che spaziano dalla ricerca fino alle problematiche della professione, in collaborazione con fonti accreditate del settore, quali Aboutpharma, Sanità Informazione, MD-digital, Medici Oggi, Medicitalia. In aggiunta, il medico può beneficiare di alcuni tool, capaci di fornirgli messaggi informativi calibrati al paziente che sta visitando. Con contenuti che possono coinvolgere l’attività diagnostica, la risposta terapeutica, la valutazione di eventuali fattori di rischio, l’aderenza terapeutica.

In tutto questo la partnership con OMaR non costituisce solo l’ingresso di una fonte autorevole in più, ma un balzo fondamentale e strategico in un ambito - le malattie rare - su cui il medico di base può per definizione trovarsi meno aggiornato e “abituato” rispetto a problematiche più diffuse. Nondimeno è un settore estesissimo. Una patologia è formalmente definita “rara”, in ambito europeo, se coinvolge fino allo 0,05% della popolazione. Tuttavia, complessivamente, ne sono state già indentificate più di 7.000, molte senza copertura sanitaria, coinvolgendo circa 20mila nuovi casi ogni anno in Italia. I quali non solo meritano attenzione, ma rappresentano la platea del futuro della medicina, dalla ricerca alla persona.

 

Ricetta elettronica veterinaria (REV): grazie a WINGESFAR le Farmacie da subito in regola con l'adempimento.

Milano, 25 Giugno 2019 - Efficienza e comodità nella gestione della REV con il gestionale di Farmacia WINGESFAR, software leader di CompuGroup Medical (CGM) per il mercato delle Farmacie italiane. Un aggiornamento permette di erogare la ricetta elettronica veterinaria nella medesima modalità della ricetta elettronica dei farmaci ad uso umano.

L'avvio della ricetta elettronica veterinaria , meglio conosciuta come REV , è avvenuto a livello generalizzato nonostante alcune incertezze operative, più che altro legate alle modalità di rilascio della ricetta da parte dei Medici Veterinari (a pagamento oppure no?), alle modalità e prerogative di sostituzione dei farmaci previsti, nonché ad alcuni disallineamenti delle banche dati dei farmaci veterinari.

In generale, il passaggio alla ricetta elettronica ha rappresentato un indubbio vantaggio operativo per tutta la filiera e per il sistema, in considerazione dei maggiori controlli possibili e per il venir meno dell’obbligo di trattamento e conservazione delle ricette cartacee. A tal fine, il Ministero della Salute ha previsto diverse modalità per la dispensazione dei farmaci veterinari.

La prima modalità, “scollegata”, prevede la registrazione della Farmacia sulla piattaforma www.vetinfo.it per l’ottenimento delle opportune credenziali e la successiva erogazione tramite il portale.

Questa modalità, utilizzata in una prima fase "d’obbligo", è da considerarsi alternativa e da fruirsi solo in caso di emergenza o non funzionamento dell’erogazione tramite il canale della ricetta elettronica umana. Sul portale ministeriale è inoltre presente una APP che permetterebbe di svolgere le medesime funzionalità anche tramite i dispositivi mobili.

Maggiore efficienza e comodità si ha invece nella gestione della REV con la seconda modalità prevista, e cioè direttamente dal gestionale di Farmacia. In particolare, tutti i clienti di WINGESFAR, il software per le farmacie più diffuso in Italia prodotto da CGM, hanno ricevuto un semplice aggiornamento, compreso nei canoni annuali di manutenzione, che ha permesso di erogare la ricetta elettronica veterinaria, per le farmacie, nella medesima modalità della ricetta elettronica dei farmaci ad uso umano, e per i negozi con il collegamento diretto al Ministero della Salute.

L’erogazione della REV da WINGESFAR risulta pratica ed efficiente, permettendo una veloce esitazione ed il collegamento diretto con il modulo di vendita per l’emissione dello scontrino e la gestione delle movimentazioni di magazzino con relative politiche di ordine e riordino.

Al fine di facilitare l’utilizzo del software - afferma Oscar Sommaggio, General Manager della Software House Farma di CompuGroup Medical - sono stati predisposti opportuni materiali formativi come documentazione a supporto e specifici webinar, che hanno reso l’avvio della REV, al netto delle incertezze operative già citate, estremamente semplice ed efficace.

Siglato tra CGM PHARMAONE (Divisione Pharma di CompuGroup Medical) e GPI S.p.A. l’accordo di distribuzione in Italia dei magazzini automatici RIEDL Phasys.

Milano, 09 Aprile 2019 - CGM PHARMAONE, la divisione Pharma di CompuGroup Medical (CGM), specializzata nella fornitura di servizi alle Farmacie italiane, ha siglato con GPI (GPI:IM), società quotata su MTA e partner di riferimento nel mercato della Sanità e del Sociale, un accordo di distribuzione dei magazzini automatici RIEDL Phasys, società del gruppo GPI.

Grazie alla nuova partnership, la sofisticata tecnologia Riedl è a disposizione delle migliaia di farmacie attrezzate con il software gestionale WINGESFAR e può beneficiare di un efficace collegamento tra magazzino e sistema informatico della farmacia, con soluzioni avanzate, quali il collegamento wireless delle parti in movimento, con riduzione dei consumi e dei guasti, la velocità di movimento, il riconoscimento OCR delle date di scadenza anche in modalità di carico semi-automatico.

Il magazzino automatico, quindi, apporta concreti vantaggi alle farmacie in termini di qualità del servizio e di riduzione a regime dei costi. L’utilizzo di questo dispositivo consente, infatti, di ottimizzare i processi interni della farmacia quali, ad esempio, i carichi di magazzino e i prelievi dei farmaci a cura del farmacista, valorizzando la professionalità del farmacista che può concentrarsi sulla prestazione professionale e sul cliente, per consigliarlo e svolgere un'attività di vendita più efficace. Ulteriori vantaggi derivano dalla gestione precisa delle scadenze e delle giacenze e dall’ottimizzazione degli spazi in farmacia, liberando spazio per l’area di vendita o per servizi innovativi. Infine, la presenza di un robot contribuisce a migliorare l’immagine della farmacia nel senso di modernità e innovazione.

“L’accordo con GPI/Riedl rappresenta per CGM PHARMAONE un importante passaggio nella volontà di offrire un portafoglio di prodotti e servizi integrati per la Farmacia italiana” spiega Alessandro Avezza, General Manager della System House Farma di CompuGroup Medical. “Sempre di più si parla di digitalizzazione nella sanità e di quanto il mondo della farmacia possa beneficiare dell’apporto degli strumenti informatici e digitali. Dobbiamo però ricordarci che, comunque, gli aspetti logistici e di processo rimangono fondamentali. Il dotarsi di uno strumento come un magazzino automatico Riedl, sofisticato ma senza inutili complessità, costituisce un passo essenziale nel recupero di efficienza e nella valorizzazione del lavoro del farmacista. Confidiamo di poter con questo mettere a disposizione dei nostri clienti un modello integrato che partendo da un sistema informatico, digitale e tecnologico, arrivi sino alla consegna del farmaco nelle mani del cittadino e paziente, atto che solo un farmacista può svolgere. Il farmacista valorizza la sua professionalità, le sue competenze e la relazione umana, lasciando alla tecnologia ogni aspetto puramente operativo e di scarso valore.”

“Il marchio RIEDL è entrato a far parte del Gruppo GPI nel dicembre 2014 e, dopo appena tre anni dal primo sistema installato in Italia,” commenta Massimiliano Rossi, direttore ASA Automation di GPI S.p.A., ”il nostro magazzino robotizzato ha già conquistato una posizione preminente tra i leader di mercato. L’accordo con CGM PHARMAONE , siglato il primo di marzo scorso ha già ottenuto qualche primo risultato lusinghiero nel primo mese di attività ed è un tassello fondamentale nella politica strategica del Gruppo GPI di consolidare la propria presenza anche nel segmento Retail, con un’offerta recentemente arricchita con i servizi di arredo e rinnovamento chiavi in mano della farmacia. Sono convinto che la sinergia tra i due Gruppi potrà garantire alla clientela, sempre più attenta all’innovazione tecnologica e alla ricerca di partner in grado di soddisfare in tutto le loro esigenze, un’evoluzione importante dei propri prodotti e servizi”.

CompuGroup Medical (CGM) partecipa al tavolo tecnico della Fattura Elettronica per la filiera del farmaco.

Milano, 28 Gennaio 2019 - CGM partecipa e promuove un tavolo tecnico tra i diversi interlocutori della filiera del farmaco, come grossisti, ditte e software house, per la definizione di standard comuni.

Definire tracciati e regole comuni per la predisposizione dei file della fattura elettronica, onde consentirne il massimo vantaggio alle Farmacie e ai propri consulenti fiscali. E’ questo l’obiettivo del tavolo tecnico.

L’avvio della fatturazione elettronica tra gli operatori B2B è ormai una realtà. Benché la scadenza fosse prevista da tempo, è innegabile che molti operatori, a tutti i livelli, si siano trovati spiazzati dagli impatti di questa rivoluzione copernicana nel segno della digitalizzazione. Come tutti i cambiamenti, l’adattamento alle nuove procedure e qualche intoppo iniziale rendono il processo difficoltoso e non ne fanno apprezzare appieno i possibili vantaggi.

La fattura elettronica, in quanto obbligo normativo, è un’esigenza che è stata dettata da motivi principalmente di finanza pubblica ma, se opportunamente sfruttata, può diventare un potentissimo strumento a disposizione degli operatori, per migliorare l’efficienza complessiva dei processi (le fatture entrano in automatico nei gestionali e nelle contabilità), per evitare errori (non ci sono più caricamenti manuali) e per poter disporre di preziose informazioni economiche in modo rapido e tempestivo.

Buona parte dei vantaggi citati si ottengono a fronte di regole condivise e della definizione di standard nelle modalità di produzione dei file XML (tracciati).

In quanto principale operatore digitale della filiera, CGM partecipa e promuove questo tavolo tecnico che porterà alla definizione di tracciati e regole comuni per la predisposizione dei file della fattura elettronica.

Grazie a tracciati e codifiche condivise infatti, risulterà sempre più agevole acquisire le informazioni rilevanti come i costi dei prodotti, le scadenze di pagamento e tutti gli altri dati, per consentire alla Farmacia di sfruttare appieno le potenzialità di questo enorme passo in avanti nell’efficienza dei processi.

Già dai primi giorni di lavoro sono in corso continue attività di affinamento e si prevede che i benefici saranno apprezzati da tutti gli operatori man mano che l’utilizzo degli standard formalizzati si diffonderà.

Oltre 160 Voucher Digitalizzazione per i clienti CompuGroup Medical, per 280.000 euro di contributi.

Milano, 26 Giugno 2018 - Le divisioni italiane di CompuGroup Medical SE (CGM), hanno supportato i clienti Medici, Farmacisti e Dentisti nelle pratiche per l’ottenimento dei c.d. “Voucher digitalizzazione”.

Il governo Italiano, dando seguito al decreto interministeriale 23 settembre 2014, a partire dal 9 gennaio fino al 12 febbraio 2018 ha consentito alle PMI di presentare le domande per l’ottenimento del c.d. Voucher digitalizzazione, consistente in un contributo a fondo perduto erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), atto a favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico. Inclusi nell’importo gli acquisti in hardware, software e/o servizi specialistici per:

  • migliorare l’efficienza aziendale
  • modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro
  • sviluppare soluzioni di e-commerce
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Il Voucher è stato concesso nel limite massimo di 10.000€ e per il 50% della spesa complessiva, fino alla disponibilità dei fondi stanziati dal MISE, pari originariamente a 100 Mln di Euro suddivisi su base regionale.

La procedura per la richiesta del Voucher ha previsto la dotazione da parte dell’impresa dell’apposito token di firma digitale, la predisposizione della modulistica e l’invio della stessa firmata digitalmente tramite posta elettronica certificata. CGM, in un’ottica si servizio ai propri clienti, ha seguito tutte le procedure di richiesta dei Voucher fornendo supporto e assistenza nelle fasi di compilazione delle domande e delle successive pratiche per l’ottenimento dello stesso.

Si sono rivolti a CGM oltre 160 clienti a cui sono stati riconosciuti Voucher pari ad oltre 280.000€ che saranno erogati sotto forma di contributo a fondo perduto.

“Una grossa opportunità colta dai Clienti che, affidandosi a CGM, hanno deciso di aumentare la digitalizzazione dei processi aziendali grazie ad un investimento mirato in tecnologia, per di più agevolato dallo Stato.” - Emanuele Mugnani, Senior Vice President CGM Southern European Region.

 

CompuGroup Medical si impegna attivamente nell’adeguamento al GDPR.

Milano, 30 Maggio 2018 - I processi e i prodotti di CGM sono conformi alla normativa GDPR.

Alla data del 25 maggio 2018, il Gruppo CGM – multinazionale tedesca specializzata nel fornire soluzioni software e servizi tecnologici per la sanità - è lieto di annunciare di aver adeguato sia i prodotti che i processi interni a quanto richiesto dalla nuova normativa in tema di protezione dei dati personali.

L’adeguamento è stato svolto con estrema attenzione da tutte le Business Unit italiane che offrono soluzioni software e piattaforme digitali a farmacie, ASL, studi medici e dentisti.

CompuGroup Medical ha anche sviluppato la soluzione CGM DATA-PROTECT (e relativi servizi per la compilazione) a supporto degli utenti sul tema della privacy e per agevolarli nel rendere il trattamento dei dati personali e sanitari dei pazienti sicuro e conforme alla normativa GDPR. CGM DATA-PROTECT conta già diverse migliaia di installazioni e – per la prima volta - è un prodotto trasversale a tutti i clienti CGM in Italia: farmacie, studi medici e dentistici.

"Il GDPR è un importante passo in avanti per i diritti legati alla privacy. Noi che sviluppiamo tecnologia nel campo della sanità dobbiamo garantire che i dati che trattiamo – sia personali che sanitari - siano utilizzati nel pieno rispetto del regolamento. Negli ultimi mesi abbiamo lavorato molto su questo tema e siamo davvero fieri del risultato raggiunto” - Emanuele Mugnani, Senior Vice President CGM Southern European Region.

 

CGM DATA-PROTECT, strumento di supporto a Farmacie, Medici e Dentisti nel processo di adeguamento alla normativa GDPR.

Milano, 8 Maggio 2018 - CompuGroup Medical (CGM), azienda leader mondiale nella sanità elettronica, evidenzia come la sua piattaforma CGM DATA-PROTECT sia lo strumento professionale e già positivamente collaudato per supportare i professionisti della sanità nel processo di adeguamento alla normativa GDPR.

A partire dal prossimo 25 maggio 2018, come noto, troverà piena applicazione il nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati (GDPR). CompuGroup Medical, in considerazione della delicatezza dell'argomento protezione dei dati in ambito sanitario, ritiene importante comunicare che la sua piattaforma CGM DATA-PROTECT , strumento di supporto a Farmacia, Medico e Dentista nel processo di adeguamento alla normativa GDPR, è disponibile per tutti i professionisti della sanità che non abbiano ancora avuto modo di confrontarsi con l'argomento.

CGM DATA-PROTECT consente di: produrre tutta la documentazione richiesta, ottenere un report dettagliato con suggerimenti e segnalazioni di non conformità, nonché di accedere a materiali formativi sul Regolamento GDPR. La piattaforma CGM DATA-PROTECT è corredata di un corso di formazione, erogato in modalità FAD (formazione a distanza), in fase di accreditamento ECM.

La piattaforma prevede, inoltre, l'aggiornamento contestuale alle future modifiche del contesto normativo, sia nazionale che internazionale, oltre che la disponibilità di linee guida, codici di condotta o migliori pratiche emesse dall’Autorità Italiana Garante per la Protezione dei Dati Personali, ovvero da altri organismi internazionali. Agli aderenti alla piattaforma, grazie all’esperienza in materia, CompuGroup Medical offre, compreso nel servizio, un check-up completo sulla sicurezza informatica in Farmacia, realizzato da tecnici specializzati.

"Attraverso CGM DATA-PROTECT ci auguriamo di contribuire a rendere più agevole e soprattutto più sicuro il trattamento dei dati personali e sanitari sia nelle Farmacie che negli Studi Medici e Odontoiatrici, sollevando il Titolare da incombenze tecniche ed amministrative. Questo per permettergli di concentrarsi il più possibile nelle attività del servizio sanitario che gli compete, nel consiglio e nel benessere del cittadino, cioè le reali attività a valore per i professionisti della salute." Emanuele Mugnani, Senior Vice President CGM Southern European Region.

Alessandro Avezza nominato nuovo General Manager di CGM PHARMAONE.

Milano, 22 Giugno 2017 - CompuGroup Medical SE (CGM), azienda leader mondiale nella sanità elettronica, ha nominato Alessandro Avezza General Manager di CGM PHARMAONE, la system house della divisione Pharmacy Information Systems in Italia.

Continua il rafforzamento di CGM sul mercato italiano con l’obiettivo di consolidare e incrementare il già vasto parco utenti in ambito farma. Attualmente CGM PHARMAONE, la business unit che si occupa di distribuzione diretta di servizi e prodotti IT per le farmacie in Italia, serve 7.000 Farmacie sul tutto il territorio nazionale.

Torinese, dopo la laurea in Economia e un Executive Master in Business and Administration, il Dottor Avezza ha sviluppato il suo percorso professionale nel mondo dei servizi, dei software gestionali e della system integration per le PMI. Ha maturato una significativa esperienza in varie funzioni aziendali, dal business controlling, alle operations, al marketing, fino a ricoprire il ruolo di VP Channels and Sales in una primaria azienda italiana di software.

“La nomina del dott. Alessandro Avezza come General Manager di CGM PHARMAONE si inserisce nel solco della nostra continua espansione del mercato e mira a perseguire la qualità dei servizi e la soddisfazione dei nostri Clienti.” ‐ ha detto l’Ing. Emanuele Mugnani, Senior Vice President Southern European Region di CGM.

 


16. marzo 2017, Coblenza
CompuGroup Medical conclude il progetto di fusione tra Intermedix Italia, fablab e la già controllata WikiPharm.

Coblenza, 16 Marzo 2017: CompuGroup Medical SE (CGM), azienda leader mondiale nella sanità elettronica, ha concluso l’operazione di fusione tra le società fablab, Intermedix Italia e WikiPharm, rafforzando la sua posizione di partner strategico nel settore della Sanità in Italia, ampliando la sua offerta di prodotti e servizi di comunicazione rivolti all’industria farmaceutica, agli operatori sanitari e ai cittadini

Dopo aver acquisito parte del pacchetto azionario di fablab, agenzia di comunicazione digitale specializzata nel settore farmaceutico con sede a Milano e Trieste, CGM ha concluso il progetto di fusione della stessa con Intermedix Italia e WikiPharm.

CGM detiene il pacchetto di maggioranza della nuova società costituita dalla fusione, che manterrà il nome fablab. Il Management di fablab continuerà ad essere attivo a livello operativo e strategico.

“E’ un passaggio chiave del posizionamento di CompuGroup Medical in Italia, che amplia la gamma di servizi per l’industria farmaceutica, continuando a perseguire il suo obiettivo di favorire la sinergia tra gli attori del sistema Salute” - ha detto Frank Gotthardt, CEO di CompuGroup Medical SE.

Impressum