Please enable Javascript!

Press detail - CompuGroup Medical Italia Group

21. giugno 2016, Molfetta

Nasce la partnership tra CGM e IMR (Italian Medical Research) per offrire formazione professionale e moderna in ambito sanitario.

Molfetta, 21 giugno 2016: CompuGroup Medical Italia ha formalizzato l’accordo di partnership con IMR, provider residenziale e FAD del Ministero della Salute-Agenas per la formazione medica continua (ECM), ampliando così la sua offerta per supportare a 360 gradi la professione medica.

CompuGroup Medical Italia, azienda leader di informatica in ambito sanitario (medici delle cure primarie, farmacisti, dentisti e specialisti), grazie alla collaborazione con IMR amplia la propria offerta, affiancando alle sue innovative soluzioni software anche un catalogo di corsi altamente professionali ECM di tipo FAD e residenziali. IMR si avvale di un team di 20 docenti di Counselling e vanta oltre 700 attività ECM residenziali già realizzate in Italia e svariati corsi FAD, oltre che essere Scuola di formazione al Counselling secondo un approccio unico e integrato umanistico-fenomenologico denominato “Patient- and Family-Centered (PFCC). Nei prossimi mesi saranno così resi disponibili, per tutti i clienti CGM ma anche per altri medici che ne vorranno usufruire, una serie di corsi di qualità che rappresenteranno un ottimo strumento per migliorare costantemente le performance dell’attività professionale, consentendo contestualmente l’acquisizione di crediti ECM per ottemperare agli obblighi professionali di aggiornamento.

“Con questa partnership intendiamo offrire ai nostri 36.000 clienti in Italia uno strumento di formazione moderno e altamente professionale, connesso ai nostri software e che può creare degli importanti percorsi di self audit ai fini del miglioramento delle cure.” Afferma Benedikt Brueckle - SVP CGM Southern and Western European Region.

Il Prof. Raffaele Arigliani – Direttore Scientifico IMR, Medico Specialista in Pediatria, Professore di Counselling presso l’Università Federico II di Napoli, dice “Questa partnership con CGM è molto importante perché connette l’attività quotidiana del medico a un’esperienza di apprendimento continua, senza interruzione.“