Please enable Javascript!

Press detail - CompuGroup Medical Italia Group

03. febbraio 2014

Medici di famiglia e gestione dei pazienti oncologici.
Risultati dell’indagine CGM HEALTH MONITOR / Sole 24ore Sanità

Risultati dell’indagine CGM HEALTH MONITOR / Sole 24 Ore Sanità

31 gennaio 2014: Formazione, informazione e gestione integrata con l’ospedale. Questorichiedono i medici di famiglia per supportare la gestione dei pazienti oncologici, secondol’indagine CGM HEALTH MONITOR di CompuGroup Medical Italia in collaborazione con ilSole24Ore Sanità.

I medici delle cure primarie alle prese con il pianeta oncologia, fotografati dalla survey onlinerealizzata da CompuGroup Medical Italia con il programma CGM Health Monitor incollaborazione con Il Sole-24Ore Sanità, denunciano un enorme gap formativo nella gestionedei pazienti oncologici (il 54%), disertano i corsi Ecm (il 62%), lamentano una drammaticascarsità di informazioni (adeguate solo per il 10%) sui nuovi farmaci anti-cancro e una ancoralimitata integrazione (per il 67%) tra ospedale e territorio. I 1104 medici delle cure primarie(902 MMG e 202 PdF) che hanno espresso la loro opinione nel periodo 12-17 dicembre 2013,rispondendo a 13 differenti domande volte a chiarire il loro rapporto con le struttureospedaliere che hanno in carico il paziente oncologico, evidenziano come siano disponibili afare squadra con gli specialisti, quando dichiarano la potenziale utilità (per il 90%) di sezionidedicate nei siti delle istituzioni specialistiche di riferimento e di point of care diagnosticimultifunzione (75%) al domicilio del paziente critico. Nel complesso, rivelano possibili marginidi miglioramento nelle loro doti comunicative e solo la metà (il 54%, per la precisione),dichiara di aver modificato il proprio approccio assistenziale in seguito al cronicizzarsidell'oncologia.

Il tema di questa indagine è quanto mai attuale, dal momento che lo stesso Piano oncologicoprevede la definizione del "percorso del malato oncologico nel Ssn", definendo quelle chedevono essere le integrazioni tra le varie figure professionali coinvolte, assegnando al Mmgun ruolo di primo piano. La stessa Aiom, Associazione degli oncologi italiani, un anno falanciava l'appello per creare un modello di condivisione del follow-up del paziente, basatoanche sulla collaborazione con i medici di famiglia.Formazione e comunicazione sono le due parole chiave che emergono dall'indagine, anche secon percentuali diverse per area geografica. La realtà dell'Italia che cura l'"emergenzacronica" cancro sembra ben diversa però, se appena il 38% dei medici intervistati dice di averfrequentato un corso Ecm sull'oncologia negli ultimi 12 mesi. Non manca però la fiducia nelleproprie capacità professionali, dal momento che in caso di sospetto diagnostico la stragrandemaggioranza dei Medici delle cure primarie si reputa in grado di comunicare efficacementecon il suo assistito e di saperlo indirizzare verso il più corretto percorso diagnosticoterapeutico.Il dettaglio di tutte le risposte all’indagine è consultabile sul sito del progetto CGM-HealthMonitor, all’indirizzo www.cgm-healthmonitor.it, sul sito corporate di CGM www.cgm.com/ite su quello del Sole 24 Ore Sanità.

CGM ‐ Health MONITOR

L'Health MONITOR Italia è un programma di CompuGroup Medical Italia che, attraverso breviquestionari somministrati ai medici delle cure primarie italiani, rileva le loro opinioni su questionirilevanti per la propria pratica professionale e su argomenti di politica sanitaria. Attraverso il CGMHealth Monitor i medici delle cure primarie hanno l’opportunità di esprimersi anche come gruppo diopinione, svolgendo in tal modo un ruolo attivo, tramite i media, nel dibattito pubblico. I risultati deisondaggi sono pubblicati sul settimanale Sole 24Ore Sanità, il periodico specializzato nei problemisocio-economici della sanità maggiormente diffuso presso il pubblico di addetti ai lavori.